FAI: gli Apprendisti Ciceroni alla scoperta del centro storico

  • 0
  • 18 visualizzazioni

Gli occhi sgranati, la felicità di essere all’aperto, la curiosità di conoscere qualcosa in più della città in cui vivono, il piacere di viaggiare nella storia pur rimanendo tra i vicoli del centro storico. Queste e molte altre le emozioni che gli Apprendisti Ciceroni hanno vissuto durante le mattinate di mercoledì 24 e giovedì 25 novembre nell’ambito del progetto extracurricolare “Apprendisti Ciceroni, alla scoperta del nostro patrimonio storico culturale.
Un nuovo tassello nella crescita degli studenti delle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado “Marconi” e dell’Istituto Comprensivo “Bavaro Marconi”, appositamente preparati dai volontari FAI e dai loro docenti. La loro missione? Approfondire la cultura e la storia del luogo per accompagnare, durante le visite prenotate, le scolaresche del territorio lungo il percorso da Piazza Umberto fino alla piazza d’armi del Torrione del Forte. Un’esperienza di educazione tra pari alla scoperta del patrimonio culturale della città.
Una gran bella opportunità quella offerta dalle Giornate FAI per le scuole che i giovani delle sette classi coinvolte hanno accolto con molto entusiasmo. Ben sedici, invece, le classi in visita lungo le storiche mura difensive per un totale di 314 visitatori.
«Sono stati gli stessi ragazzi a scegliere di fare questa esperienza – ha svelato la giovinazzese Bibi Mastroviti, coordinatrice dei volontari della delegazione barese del FAI – Emozionante vedere con quanto entusiasmo si sono appuntati il distintivo e il cartellino prima di accompagnare le scolaresche in visita guidata. Ora gli Apprendisti Ciceroni hanno raggiunto una diversa consapevolezza e questo ha permesso loro di avere come riferimenti del centro storico non più le attività commerciali, ma i luoghi del passato».

2021…Natale di Speranza: con la Touring Juvenatium va in scena la tradizione
Articolo Precedente 2021…Natale di Speranza: con la Touring Juvenatium va in scena la tradizione
Scomparsa la croce in ferro del cimitero. Il vuoto della pandemia se l’è portata via
Prossimo Articolo Scomparsa la croce in ferro del cimitero. Il vuoto della pandemia se l’è portata via
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.