Al Sachsenring successi di Aldeguer e Alonso in Moto2 e Moto3

  • 0
  • 134 visualizzazioni

Dopo diverse occasioni sprecate nel corso della stagione, Fermin Aldeguer ritrova la vittoria nel Gran Premio di Germania e si rilancia nella corsa alla corona iridata della classe Moto2. Il numero 54 del team Speed Up ha lottato nella prima fase di gara contro due piloti ritrovati come Celestino Vietti e Tony Arbolino per poi scappare nel finale. Per il murciano si tratta del secondo trionfo del suo 2024 e sale sul podio assieme a Jake Dixon e Ai Ogura. Quest’ultimo vince la battaglia per il podio contro il rookie Diogo Moreira e Vietti, con il piemontese costantemente tra i primi tre per tutta la corsa prima di essere beffato al traguardo. Solo nono Arbolino che al diciottesimo passaggio ha rischiato di andare per terra mentre si trovava in seconda posizione.

Con questi risultati Ogura riduce da 14 a 7 il distacco in classifica tra lui e il leader del mondiale Sergio Garcia che oggi ha chiuso al settimo posto. Terzo Joe Roberts (8° al traguardo) davanti ad Aldeguer che ha superato il compagno di squadra Alonso Lopez. Nono Vietti con 55 punti davanti a Dixon e Arbolino (51), mentre il terzo italiano della classe intermedia Dennis Foggia è diciannovesimo con soli 14 punti raccolti.

Prima fuga mondiale per David Alonso che vince al Sachsenring e massimizza la caduta del poleman Collin Veijer al secondo giro. Sesta vittoria stagionale per il colombiano, la decima in Moto3 che taglia il traguardo davanti a Taiyo Furusato e Ivan Ortolá, quest’ultimo a podio nonostante abbia dovuto scontare un long lap penalty. Il migliore degli italiani al traguardo è Stefano Nepa che ha chiuso al dodicesimo posto davanti a Filippo Farioli mentre ha chiuso la zona punti Matteo Bertelle che assieme al bergamasco è partito dalla pitlane. Out Luca Lunetta che dopo aver scontato un doppio long lap penalty ha rimontato sino all’ottava piazza prima di stendersi al ventesimo giro.

In classifica Alonso vola a 179 punti, andando in vacanza con 58 punti in più rispetto al suo primo inseguitore Ortolá che è separato di una sola lunghezza da Daniel Holgado (120). Veijer (che ha chiuso la gara 18°) scende dalla seconda alla quarta posizione in graduatoria davanti a Muñoz, Yamanaka, Fernandez, Piqueras, Rueda e Kelso. Per trovare i piloti italiani bisogna scendere sino alla tredicesima posizione occupata da Nepa con 40 punti mentre si trovano dalla sedicesima alla ventesima posizione Lunetta, Rossi, Carraro, Bertelle e Farioli.

Foto: facebook.com/teamspeedup

Paolo Gabriel Fasano

MotoGP GP di Germania: Bagnaia ringrazia Martin e vince al Sachsenring
Articolo Precedente MotoGP GP di Germania: Bagnaia ringrazia Martin e vince al Sachsenring
L’importanza dell’Insegnamento della Religione Cattolica nelle scuola italiana: un ponte tra le discipline e la crescita umana
Prossimo Articolo L’importanza dell’Insegnamento della Religione Cattolica nelle scuola italiana: un ponte tra le discipline e la crescita umana
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.