La Processione dei Sacri Misteri

Uno dei riti della Settimana Santa che vede la collettività più partecipe

  • 0
  • 169 visualizzazioni

In questi giorni di preparazione alla Pasqua, una delle manifestazioni più celebri in molte località della Puglia, Sicilia, Sardegna, Molise, Campania, Abruzzo, Liguria e addirittura in alcune comunità del

la Spagna è rappresentata dalla Processione dei Misteri, che si svolge nel Giovedì o Venerdì della Settimana Santa. Tale evento prevede di condurre in processione svariati gruppi scultorei, raffiguranti diversi momenti della Passione di Cristo, fra cui spiccano le immagini della sua crocifissione e morte. Si tramanda che l’origine di tale tradizione sia da collocare nel XV secolo; tuttavia le testimonianze materiali più antiche risalgono al XVI secolo e corrispondono spesso a statue in legno, cartapesta o materiali da riciclo, riconosciute come opere di valore dell’arte scultorea a cavallo fra XVII e XVIII secolo.

L’espressione diffusa di “Mistero Pasquale” richiama il simbolo grazie al quale trova compimento il disegno divino di portare l’umanità a uno stato di verità e salvezza.Il termine mistero, inoltre, sin dagli albori del Cristianesimo, viene adoperato con notevole frequenza e tale dato induce a cogliere un legame con i culti misterici precristiani su cui il mistero cristiano si sarebbe affermato in quanto unico propriamente salvifico. Nel teatro d’epoca medievale i misteri indicavano le scene dei drammi sacri tratte dalla Bibbia: dunque i misteri portati in processione esprimono il retaggio della teatralità e religiosità medievale, di cui ripropongono la Via Crucis, ricca di esasperazione ed elementi realistici. Un esempio è dato dalle ferite aperte e sanguinanti che ritrovano riscontro nell’iconografia del Cristo crocifisso.
La processione, accompagnata da canti e capace di protrarsi per molte ore, prevede una organizzazione complessa che vede coinvolta l’intera comunità, organizzata in confraternite che custodiscono i gruppi scultorei da portare a braccio. In Puglia si tiene a Valenzano una delle processioni più famose e antiche del Meridione, oltre che ricche, giacché essa conta ben 52 Sacri Misteri: la sua origine, infatti, è documentata dal 1675, in cui nacque grazie ai Frati Francescani.
Questa tradizione, che affonda le sue radici nella cultura ed arte antiche, risulta ancora piuttosto sentita fra i fedeli, oltre che emozionante e suggestiva, tanto da tratteggiare un comune denominatore del folklore di svariate località, anche lontane fra loro, e un segno distintivo d’orgoglio per le famiglie che possiedono gli insiemi scultorei da generazioni.
Maria Elide Lovero
Il gatto, l’animale sacro presso gli antichi Egizi
Articolo Precedente Il gatto, l’animale sacro presso gli antichi Egizi
SCHIZZA IL COSTO PER SMALTIRE IL PERCOLATO DELLA  DISCARICA DI “SAN PIETRO PAGO” A GIOVINAZZO
Prossimo Articolo SCHIZZA IL COSTO PER SMALTIRE IL PERCOLATO DELLA DISCARICA DI “SAN PIETRO PAGO” A GIOVINAZZO
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.