L’uomo padrone della propria vita: le leggi universali

  • 0
  • 154 visualizzazioni

Le legge è un sistema di regolamentazione civile creato dall’uomo per contrastare ciò che è illecito ed illegale.
A dirla tutta, questa è, senz’ombra di dubbio, un’interpretazione quanto più artificiale ed antropocentrica possibile, che contempla un certo grado di conoscenza e consapevolezza umana.
D’altra parte, noi stessi siamo subordinati a delle leggi naturali imprescindibili ed imparziali, che spesso e volentieri sfuggono alla nostra coscienza e conoscenza.
L’appellativo giusto impiegato per descrivere tali “norme ancestrali” è leggi universali.
Parliamo di regole della vita, intrinseche al cosmo e a tutto il creato atte a determinare funzionalmente l’intero operato.
Sono leggi imparziali, imperscrutabili, onniscienti ed immutevoli che si manifestano in maniera totalmente disinteressata nel percorso di ogni singolo essere umano.
Alla luce degli odierni studi scientifici, non si è arrivata ad una concordanza circa il numero effettivo identificabile queste leggi; certo è, che , sebbene spesso e volentieri assurgano ad una dimensione più filosofica e religiosa, esse trovano una certificazione su base logico razionale.
Non vi è, ad onor del vero, una gerarchia di leggi, ma più una vera e propria interdipendenza tra quest’ultime.
Procediamo con ordine e riporto di seguito una lista  delle principali leggi universali, corredate da una descrizione sommaria.
LEGGE CAUSA EFFETTO
La circolarità della vita è dettata da una relazione di causa effetto: ad ogni azione corrisponde una reazione, secondo un preciso moto di consequenzialità.
È su questo principio che si basa la notorietà religiosa del cosiddetto KARMA.
Bisogna interrogarsi circa se stessi e non dare la colpa ad entità esterne: ciò che siamo e ciò che facciamo lo determiniamo noi.
LA LEGGE DEL PARADOSSO
Chi cerca all’esterno le certezze della propria vita, rinnega la verità custodita in se stesso. È in questo che si verifica il paradosso.
Abitualmente, tendiamo a credere realizzabili le cose solo in virtù della loro funzionale possibilità di mm configurarsi, ma in realtà non è così: una cosa si manifesta solo se noi ci crediamo fermamente, al di là di qualsiasi condizionamento mentale e giudizio comune.
LA LEGGE DELL’ATTRAZIONE
L’approccio alla vita è fondamentale poiché ciò che è simile si attrae.
La possibilità di realizzare un nostro desiderio è parte integrante di un processo di volontà cognitiva: più ci pensi, più lo vuoi, più ci credi, più è realizzabile.
È lecito, a tal proposito, concentrarsi sulla realizzabilità del desiderio piuttosto che sulla sua mancanza poiché chi brama ha, chi rigetta è manchevole.
LA LEGGE DEL RIFLESSO
La realtà è filtrata dalla nostra personale visione, in quanto specchio di ciò che proviamo.
I giudizi che formuliamo quando incontriamo una persona  sono il riflesso di ciò che vogliamo o rinneghiamo: l’ammirazione implica la possibilità di esternare delle qualità; il disprezzo indica che è necessario fare un lavoro su di sé.
Questa è la legge più utile per capire come migliorare se stessi.
LA LEGGE DELLA POLARITÀ
Il mondo si basa sul concetto di dualità: vi sono due estremi della stessa cosa, che noi tutti inevitabilmente sperimentiamo nel corso della nostra vita, e che sono intrinsecamente legati fra loro.
A tal proposito, è necessario avvalersi della facoltà di scegliere la cosa più giusta per sé poiché ogni situazione è connotata da due opzioni, che non sono necessariamente giuste o sbagliate.
LA LEGGE DELLE VIBRAZIONI
Ognuno di noi emana delle vibrazioni ( quelle che oggigiorno vengono chiamate “vibes” dall’inglese) , determinate dai pensieri e dalle emozioni che albergano nella nostra anima.
Più positivi si è, più si è in armonia col mondo e più si è in pace con se stessi.
Motivo per il quale è necessario circondarsi di persone che condividano, percepiscano e non debellino le tue “vibes”.
LA LEGGE DELLA CONOSCENZA
La conoscenza nobilita l’uomo e lo innalza ad uno status superiore al mondo animale.
È importante informarsi per informare, studiare per insegnare ma soprattutto formarsi per realizzarsi.
In una guerra, è la parola ed il pensiero ad avere la meglio, non la forza bruta.
La conoscenza è l’arma giusta per liberarci da dogmi e schemi mentali radicati nella nostra essenza.
LA LEGGE DELL’AMORE
L’amore è il flusso incosciente che anima l’uomo, rendendolo umano e vivo.
Tutti siamo inclini all’amore, inteso come la forma primordiale di desiderio ed armonia, motivo per il quale tutti amiamo e siamo amati.
È in questa prospettiva che vengono a configurarsi dolore e sofferenze, in quanto mancanza di amore.
Chi impara ad amare impara a vivere.

Raffaello Quarto

Il “monstrum Apuliae”: la storia unica del convento benedettino di Conversano
Articolo Precedente Il “monstrum Apuliae”: la storia unica del convento benedettino di Conversano
NEL PORTICCIOLO DI GIOVINAZZO, PONTILI PRIVATI AL POSTO DI QUELLI COMUNALI PER IL NOLEGGIO DI POSTI BARCHE
Prossimo Articolo NEL PORTICCIOLO DI GIOVINAZZO, PONTILI PRIVATI AL POSTO DI QUELLI COMUNALI PER IL NOLEGGIO DI POSTI BARCHE
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.