MotoGP: Pecco Bagnaia non fa sconti e vince il Gran Premio d’Italia

  • 0
  • 466 visualizzazioni

Una gara da protagonista, dove il successo non viene messo in discussione per quasi tutta la durata della corsa a eccezione del primo passaggio. Al Mugello, Francesco Bagnaia fa impazzire i tifosi italiani tagliando il traguardo in prima posizione. Il piemontese bissa la vittoria di ieri pomeriggio nella gara sprint e ottiene la terza vittoria stagionale, la quattordicesima in MotoGP. Il campione del mondo in carica allunga in classifica piloti su Marco Bezzecchi, che oggi si è posizionato ottavo: Pecco comanda con 131 punti, insegue il Bez con 110.

Nel corso del Gran Premio d’Italia va in scena l’ennesimo dominio delle Ducati: secondo e terzo posto per gli alfieri Pramac Racing Jorge Martin e Johann Zarco, dietro di loro la Desmosedici di Luca Marini che precede la KTM di Brad Binder e l’Aprilia di Aleix Espargaro. Settimo Jack Miller davanti a Bezzecchi, Enea Bastianini (alla prima gara effettiva del 2023) e Franco Morbidelli. L’italo-brasiliano si prende la soddisfazione di essere la prima Yamaha al traguardo davanti al compagno di box Fabio Quartararo.

Dodicesimo posto per un deludente Maverick Viñales, chiudono la zona punti Nakagami, Di Giannantonio e Augusto Fernandez. Sedicesimo posto per Michele Pirro davanti a Raul Fernandez, Savadori e Folger. Al termine del sesto giro finisce per terra Marc Marquez, stessa sorte per suo fratello Alex al quindicesimo passaggio, prima di lui cade anche Miguel Oliveira.

Due grandi assenti: Joan Mir e Alex Rins. Il pilota della Honda ha terminato il proprio week end venerdì pomeriggio a causa di una caduta alla curva San Donato che gli ha procurato una infrazione ossea al mignolo della mano destra. È andata peggio al suo ex compagno di squadra ai tempi della Suzuki: Rins infatti si è fratturato tibia e perone ieri pomeriggio nel corso della gara sprint. Considerando che ci saranno due appuntamenti nei prossimi due fine settimana, è scontato che lo spagnolo dovrà saltare entrambe le tappe che si terranno in Germania e nei Paesi Bassi.

Supremazia delle KTM nelle classi minori. In Moto2, terza affermazione stagionale di Pedro Acosta: lo squalo di Mazarron, che ha già vinto sul tracciato del Mugello nel 2022, precede il lombardo Tony Arbolino e il britannico Jake Dixon. Buon quinto posto di Celestino Vietti, protagonista di una gara in rimonta, undicesimo posto per la wild card Mattia Pasini, tredicesimo il rookie Dennis Foggia. In classifica generale, Acosta sale a 99 punti, riducendo di cinque lunghezze la distanza dal capoclassifica Arbolino (119).

La gara della Moto3 viene decisa al fotofinish, quando Daniel Holgado nega a Deniz Öncü la prima vittoria iridata: il pilota spagnolo, mentre si è trovato dietro al turco, gli risucchia tutta la scia e si prende la vittoria nel Bel Paese. Completa il podio il giapponese Ayumu Sasaki, mentre in top ten si piazzano Riccardo Rossi e Stefano Nepa rispettivamente in ottava e nona posizione. Da sottolineare la prova di Nepa che è stato retrocesso nella griglia di partenza ed ha dovuto scontare un long lap penalty. La graduatoria della classe leggera vede Holgado in fuga con 109 punti, ben 35 in più rispetto al primo degli inseguitori Jaume Masia (quarto al traguardo) che ne ha 74.

Foto: motogp.com

Paolo Gabriel Fasano

NON C’E UNA STAZIONE, A GIOVINAZZO, PER LA RICARICA DI VEICOLI A TRAZIONE ELETTRICA
Articolo Precedente NON C’E UNA STAZIONE, A GIOVINAZZO, PER LA RICARICA DI VEICOLI A TRAZIONE ELETTRICA
Al Mugello due gare emozionanti della MotoE con i piloti italiani protagonisti
Prossimo Articolo Al Mugello due gare emozionanti della MotoE con i piloti italiani protagonisti
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.