2 giugno, la festa della Repubblica Italiana

  • 0
  • 127 visualizzazioni

La Festa della Repubblica Italiana è una giornata celebrativa nazionale italiana istituita per ricordare la nascita della Repubblica Italiana. Data non scelta a caso in quanto esso fu un giorno memorabile. I costituenti, scelsero questa data così da ricordare per sempre, non gli scrutini, le opposizioni o le sentenze, ma il giorno in cui tutta la cittadinanza, uomini e donne, si trovò per la prima volta a esprimere assieme e in libertà la propria volontà politica.
In questo referendum istituzionale gli italiani sono stati a chiamati a scegliere la forma di governo del loro paese, fra monarchia e Repubblica. E come ben sappiamo vinse la Repubblica: a seguito della Seconda guerra mondiale e dell’arresto di Mussolini il paese cadde nel caos più totale e così, la monarchia e il re furono ritenuti responsabili del malessere del paese.

La vittoria della Repubblica è stata proclamata una decina di giorni dopo (precisamente il 18 giugno) dalla Corte di Cassazione, ma i festeggiamenti per il nuovo assetto del paese sono stati fissati al 2 giugno.
Le celebrazioni per la Festa coinvolgono ogni anno le Forze Armate, le Forze di Polizia della Repubblica, il Corpo Nazionale della Croce Rossa Italiana, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ed alcune delegazioni militari di NATO, ONU ed Unione Europea.

Il protocollo della celebrazione prevede che venga deposta una corona d’alloro al Milite Ignoto all’Altare della Patria e poi si svolga la parata militare, alla quale partecipano le cariche più alte dello stato.

Nel pomeriggio vengono aperti al pubblico i giardini del palazzo del Quirinale dove si esibiscono le bande dell’Esercito Italiano, dell’Aeronautica, dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Marina Militare, della Guardia di Finanza, del Corpo di Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato.

“Il voto non è solo un nostro diritto, è il nostro potere, quando votiamo, ci riprendiamo il nostro potere di scegliere..” -Loung Ung

Angelica Caputo

Storie di mitologia antica: l’amore fra Eos e Titono
Articolo Precedente Storie di mitologia antica: l’amore fra Eos e Titono
GIOVINAZZO E NICOLA GIOTTI PROTAGONISTI DI “FATTI AD ARTE”
Prossimo Articolo GIOVINAZZO E NICOLA GIOTTI PROTAGONISTI DI “FATTI AD ARTE”
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.