Welcome Day del nuovo Comitato Feste Patronali Giovinazzo 2023

  • 0
  • 286 visualizzazioni

Giovedì 01 giugno, alle ore 17:30, presso la sede di Piazza Vittorio Emanuele n. 63, avrà luogo il Welcome Day del nuovo Comitato Feste Patronali Giovinazzo 2023.

Per l’occasione, saranno previsti giochi e attività per famiglie e bambini e tante iniziative dedicate ai più piccoli, come lo spettacolo di magia di Raimondo D’Innella, in arte “Mago Rasul”, patrocinate dalle attività commerciali per l’infanzia della città. Senza dimenticare le opere della madonnara che giungerà appositamente a Giovinazzo.

Durante l’evento, che avrà una madrina d’eccezione come Annabella Giordano, è in programma la premiazione degli studenti delle scuole medie Buonarroti e Marconi che hanno partecipato al concorso #ilcomitatosietevoi per la scelta del nuovo logo e della nuova insegna del Comitato.

Sarà, inoltre, l’occasione per presentare alla cittadinanza e ai fedeli i componenti tutti del Comitato.

Nel rispetto della vocazione religiosa dell’opera del Comitato, inoltre, si invitano i fedeli a presenziare alla Santa Messa che si terrà presso la Concattedrale, alla quale seguirà il trasporto del quadro della Madonna Maria SS. di Corsignano presso la sede del Comitato e la benedizione dell’Altarino dedicato alla Santa Patrona di Giovinazzo.

Tra giochi, preghiere ed allegria, l’evento, che apre il programma della Festa Patronale 2023, è l’opportunità per rinnovare la devozione verso la Madonna di Corsignano, conoscere il nuovo Comitato e passare qualche ora in letizia e divertimento.

L’obiettivo di questo Comitato, cosi come da espresse intenzioni del Direttivo e del presidente Cassano, sarà quello di rinforzare sempre più l’importante legame tra i cittadini, i fedeli, i giovani, le famiglie e i bambini con la Festa cittadina più importante dell’anno!

L’astensionismo tra il corpo elettorale continua a crescere
Articolo Precedente L’astensionismo tra il corpo elettorale continua a crescere
Racconti dalla Puglia abbandonata – Masseria Madia Diana
Prossimo Articolo Racconti dalla Puglia abbandonata – Masseria Madia Diana
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.