Celebrare la Giornata Mondiale della Sicurezza in Rete: un Passo Positivo per Combattere il Bullismo e il Cyberbullismo

  • 0
  • 334 visualizzazioni

Oggi, martedì 7 febbraio si celebra, in oltre 100 nazioni di tutto il mondo, il Safer Internet Day (SID), la giornata mondiale per la sicurezza in Rete, contro il bullismo e il cyberbullismo, istituita e promossa dalla Commissione Europea.

Il Safer Internet Day (SID) è diventato un appuntamento di riferimento per tutti gli operatori del settore, le istituzioni e le organizzazioni della società civile; “Together for a better internet” è il titolo scelto dalla Commissione Europea per la promozione della giornata.

In questa occasione si celebrano eventi di sensibilizzazione in tutto il mondo. L’obiettivo è quello di incoraggiare le persone a parlare di bullismo e cyberbullismo e a condividere storie e consigli su come affrontare e prevenire questi problemi.

“Nella scuola italiana il 25% dei ragazzi lamenta di essere bullizzato sistematicamente. Lo studente che perseguita un compagno, aggredisce un insegnante o devasta la propria scuola deve prendere coscienza del proprio errore”. Queste le parole del ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara.

Numerosi sono dibattiti, seminari e workshop per discutere dei rischi e dei danni che possono essere causati dal bullismo e cyberbullismo e fornire informazioni su come riconoscere e affrontare queste situazioni, nonché su come aiutare chi è vittima di bullismo e cyberbullismo.

Occorre ormai, prendere provvedimenti per porre fine a questo fenomeno e su come proteggee soprattutto i bambini e gli adolescenti a riconoscere e gestire i comportamenti di bullismo e cyberbullismo e su come garantire loro un ambiente sicuro. Inoltre, occorre sottlineare il ruolo fondamentale che hanno i genitori, gli insegnanti e gli altri adulti nell’aiutare i bambini a riconoscere e gestire questi comportamenti. La tecnologia è sempre più presente nella vita dei bambini: con un semplice clic i cyberbulli possono deridere, molestare e minacciare senza sosta, entrando tra le mura domestiche attraverso cellulari e computer.

Un giorno di sensibilizzazione importante, durante il quale le persone hanno l’opportunità di imparare di più sul bullismo e cyberbullismo e di prendere provvedimenti per aiutare chi ne è vittima. Occorre continuare a tenere alta l’attenzione su questo problema e a lavorare insieme per prevenirlo.

Antonio Calisi

Racconti dalla Puglia abbandonata – Le quattro masserie
Articolo Precedente Racconti dalla Puglia abbandonata – Le quattro masserie
PIANO URBANISTICO GENERALE (PUG), LA SFIDA DEL SINDACO SOLLECITO PER L’ADOZIONE IN CONSIGLIO COMUNALE
Prossimo Articolo PIANO URBANISTICO GENERALE (PUG), LA SFIDA DEL SINDACO SOLLECITO PER L’ADOZIONE IN CONSIGLIO COMUNALE
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.