Festival “Giocando, Giocando, Giochiamo col Cinema” a Bari dal 27 al 29 maggio

  • 0
  • 73 visualizzazioni

La città di Bari col passare degli anni si mostra sempre più aperta a esperienze culturali innovative e coinvolgenti per tutta la cittadinanza, dal carattere spesso artistico. È il caso, ad esempio, del festival “Giocando, Giocando, Giochiamo col Cinema”, organizzato da Nuova Dionysia Film in collaborazione con AncheCinema al fine riproporre e analizzare in una luce nuova i film risultati significativi nell’immaginario comune, incentivando al contempo la socializzazione grazie ad un ambiente sereno, informale e amichevole in cui sia possibile discutere e condividere le proprie idee, importanti esercizi di libertà e democrazia. Inoltre, rappresenta un valore aggiunto dell’iniziativa lo spazio conferito ai giovani per presentare lavori e laborati frutto della creatività e del talento personali.

Nico Cirasola

Il festival, che si svolgerà dal 27 al 29 maggio 2024 presso il Teatro AncheCinema di Bari, sito in Corso Italia 112, prevede la partecipazione libera e gratuita per tutti gli interessati ed è stato patrocinato dalla Regione Puglia, PACT Polo Arti Cultura e Turismo della Regione Puglia, Accademia di Belle Arti e I.P. Santarella – De Lilla di Bari. Dionisia Cirasola ne ricopre la direzione artistica e Andrea Costantino la direzione organizzativa.
L’evento è stato ideato dalla passione per il gioco del cinema e dalla volontà di vivere un’occasione di partecipazione in una realtà sempre più frenetica e digitale, in cui il cinema classico può rappresentare una risorsa per apprendere dai professionisti del settore e fruire di numerose attività quali la proiezione e successiva discussione di film e giochi caratteristici delle passate generazioni.
Le date di svolgimento del festival sono state scelte per rendere omaggio al pioniere del cinema in Puglia, vale a dire Nico Cirasola, nato il 27 maggio ma dichiarato il 29 maggio, nonché scrittore, regista, attore, sceneggiatore e produttore cinematografico, scomparso nell’aprile 2023, il quale resterà sempre una fonte inesauribile d’orgoglio per il Meridione tutto, grazie a opere tra cui spiccano “Odore di Pioggia” (1989) e “Focaccia Blues” (2009).
Maria Elide Lovero
FA COMMEDIA «METTERE E TOGLIERE» TRANSENNE DALLA RINGHIERA DI VIA ISONZO A GIOVINAZZO
Articolo Precedente FA COMMEDIA «METTERE E TOGLIERE» TRANSENNE DALLA RINGHIERA DI VIA ISONZO A GIOVINAZZO
MotoGP: Bagnaia riscatta il k.o. di ieri e vince il GP di Catalogna
Prossimo Articolo MotoGP: Bagnaia riscatta il k.o. di ieri e vince il GP di Catalogna
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.