Don Lorenzo Milani e la forza della sua scuola inclusiva

  • 0
  • 519 visualizzazioni

Il seminario, organizzato dall’IPS, presso il Consiglio Regionale della Puglia

il prossimo 29 novembre

Aperta 365 giorni l’anno, 12 ore al giorno e caratterizzata per un legame profondo con la vita e i problemi sociali: era questa la scuola pensata, desiderata e realizzata da don Lorenzo Milani. Alla sua figura e alla sua rivoluzionaria idea di istituzione scolastica è dedicato il seminario che si terrà il prossimo 29 novembre a partire dalle 16.30 presso il Consiglio Regionale della Puglia.

L’incontro dal titolo “La parola fa eguali. Don Lorenzo Milani in Lettera ad una professoressa e Lettera ai Giudici” arriva come seconda e conclusiva fase di un progetto promosso dal Consiglio Regionale della Puglia, voluto dall’Istituto Preziosissimo Sangue di Bari e che ha coinvolto anche l’Istituto Marcelline di Foggia. Gli alunni di alcune classi dei due istituti nelle ultime settimane hanno infatti vissuto giornate di simulazione della scuola di Barbiana confrontandosi con tematiche calde del tessuto sociale odierno, dai diritti all’infanzia alla cultura della non violenza, dalla diversità all’inclusione. In linea con gli originali percorsi praticati dal sacerdote come educatore ed insegnante, gli alunni, guidati dai loro docenti, hanno letto, ascoltato, meditato su tali temi fino a sviluppare un pensiero critico al riguardo realizzando elaborati che saranno presentati proprio in occasione del seminario conclusivo.

L’insegnamento di don Lorenzo Milani era basato sulla parola, come mezzo per esprimersi con correttezza ed efficacia, nel sostenere e difendere i propri diritti, ma anche per incontrare gli altri e comunicare con loro in una dimensione di solidarietà. Partendo da questa consapevolezza espressa apertamente dal segno pastorale del sacerdote e dai suoi scritti, il seminario si struttura con lo scopo di porre al centro del suo interesse la “scuola” in stretta relazione con le nuove generazioni e con il territorio pugliese. L’evasione culturale in atto nel nostro Mezzogiorno interpella e spinge le istituzioni a riflettere e a intraprendere percorsi che possano contrastare l’abbassamento culturale, l’interruzione del percorso didattico-educativo, la demotivazione allo studio, la relazione debole tra docente e alunno.

Ai saluti iniziali di Loredana Capone, Presidente del Consiglio Regionale della Puglia, di Mimma Gattulli, Segretario Generale del Consiglio Regionale della Puglia, della Prof.ssa Angelamaria Garofalo, Preside Scuola Primaria IPS, e della Prof.ssa Stefania Tetta, Preside Istituto Marcelline Foggia, seguiranno gli interventi del Cardinale Matteo Zuppi, Presidente CEI, di P. Luigi Gaetani, ocd Presidente Nazionale CISM, della prof.ssa Francesca Palamà, Dirigente scolastico Scuola Secondaria di I grado IPS, e del prof. Nicola Grasso, Costituzionalista. A moderare l’incontro ci penserà il giornalista Francesco Iato. Le riflessioni di natura ecclesiale, sociologica, pedagogica e costituzionale, concorreranno a creare uno spazio dedicato al confronto e alla riflessione comune che possa promuovere l’amore e la passione per una scuola diversa, una scuola che non esclude ma include.

Il seminario, che nasce quale occasione per celebrare il centesimo anniversario della nascita di don Lorenzo Milani, è aperto dunque alle istituzioni, alle figure portanti del mondo della scuola, agli alunni e alle loro famiglie. Recuperando la sua figura e accendendo i riflettori sulla sua magistrale lezione, si avrà dunque modo di evidenziare quanta incidenza ha la proposta del Priore di Barbiana sui docenti e gli alunni della Puglia e comprendere come oggi sia percepito il suo chiaro metodo educativo.

Daniele Palombella e il suo libro “L’amore che ci attraversa”
Articolo Precedente Daniele Palombella e il suo libro “L’amore che ci attraversa”
I Babilonesi inventori della trigonometria
Prossimo Articolo I Babilonesi inventori della trigonometria
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.