Non basta Sibilli, è ancora un pareggio: 1-1 tra Bari e Modena

  • 0
  • 264 visualizzazioni

Davanti a 15.176 spettatori presenti al San Nicola (di cui 191 tifosi ospiti), il Bari pareggia ancora: finisce 1-1 la sfida contro il Modena. Anche con il nuovo allenatore Pasquale Marino “la maledizione della x” prosegue senza sosta.

Il nuovo allenatore dei biancorossi schiera un 4-3-3 con l’ex di giornata Diaw preferito a Nasti come centravanti, come esterni d’attacco ci sono Aramu e Sibilli. Da segnalare la protesta della Curva Nord vuota per i primi quindici minuti di gioco e con uno striscione esposto sugli spalti del San Nicola che recita “SSC: vi meritereste questo!”: chiaro il messaggio indirizzato ai vertici della società. Per quanto concerne la partita, la prima frazione di gioco regala poche emozioni. La prima chance che merita di essere raccontata è a favore dei canarini: al 20’ minuto Palumbo calcia dalla distanza, Brenno non si fa trovare impreparato e neutralizza il pericolo. Passano sessanta secondi e il Bari è costretto al primo cambio: Bellomo subentra a Maiello, k.o. dopo un contrasto di gioco. I padroni di casa spaventano gli ospiti al 37’, quando un cross di Sibilli viene sì deviata in angolo da Cauz ma con il brivido di un possibile autogol da parte del difensore gialloblu.

Nella ripresa Morachioli prende il posto di Aramu. Al 53’ Diaw spreca una chiara occasione da gol: nonostante Sibilli e Acampora fossero liberi, il numero 18 preferisce la soluzione personale, trovando la pronta risposta di Gagno. Sfiora la rete del vantaggio biancorosso Vicari al 66’: su azione di calcio d’angolo, il centrale difensivo colpisce il pallone di testa non trovando però lo specchio della porta. Il match viene sbloccato al 72’ con un contropiede personale di Sibilli: l’ex Pisa, inseguito da quattro avversari, calcia dai 20 metri e realizza la sua seconda rete in questo campionato. Il vantaggio però dura poco più di dieci minuti: sugli sviluppi di un calcio di punizione da pochi metri fuori dall’area biancorossa, Manconi calcia perfettamente e regala il pareggio ai canarini (84’). Si tratta del primo gol dell’ex Novara e Albinoleffe con la maglia degli emiliani.

Cambia la guida tecnica ma non la sostanza. Otto pareggi in dieci partite, se non è record poco ci manca. Il passaggio di consegne da Mignani a Marino non ha dato gli effetti sperati: la squadra era poco offensiva con il tecnico ligure e lo è stata altrettanto questo pomeriggio con l’ex allenatore di Catania e Udinese. C’è però da dire che il tecnico siciliano è alla guida dei galletti da soli undici giorni, non ha avuto neppure tutta la rosa a disposizione nel corso della sosta. Tuttavia questa attenuante non potrà durare per sempre: a lui il compito di sbloccare la squadra dal punto di vista mentale e da quello del gioco.

La chance di riscatto arriverà domenica alle ore 16.15, quando i biancorossi saranno di scena al Rigamonti contro il Brescia. Allo stesso orario il Modena di Paolo Bianco, ex giocatore di Marino a Catania, affronterà tra le mura amiche la Ternana.

Paolo Gabriel Fasano

NEL PORTICCIOLO DI GIOVINAZZO, PONTILI PRIVATI AL POSTO DI QUELLI COMUNALI PER IL NOLEGGIO DI POSTI BARCHE
Articolo Precedente NEL PORTICCIOLO DI GIOVINAZZO, PONTILI PRIVATI AL POSTO DI QUELLI COMUNALI PER IL NOLEGGIO DI POSTI BARCHE
Torna a Bari la World Press Photo Exhibition
Prossimo Articolo Torna a Bari la World Press Photo Exhibition
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.