La partecipazione dei cattolici nella Costituente e nella realtà attuale

  • 0
  • 754 visualizzazioni

Venerdì 6 ottobre, alle ore 18.00, presso la Sala Odegitria della Cattedrale di Bari l’Arcivescovo di Bari-Bitonto, Mons. Giuseppe Satriano, nel 75° anniversario della promulgazione della Costituzione Italiana, partecipa alla conferenza con padre Francesco Occhetta sj, docente presso l’Università Gregoriana e specializzato in Diritti umani sul tema “Verso la Settimana Sociale di Trieste: la partecipazione dei cattolici nella Costituente e nella realtà attuale”. Modera Tommaso Cozzi delegato vescovile Pastorale Sociale e del Lavoro. Introduce, Arcivescovo.

L’Assemblea costituente italiana, che si riunì dal 25 giugno 1946 al 31 gennaio 1948, fu un momento fondamentale nella storia del paese. In questo contesto, i cattolici ebbero un ruolo determinante nella stesura della Costituzione repubblicana.

Il contributo dei cattolici si concretizzò in diversi ambiti. Innanzitutto, essi furono protagonisti del riconoscimento dei diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità. In particolare, si impegnarono per la tutela della libertà religiosa, dell’uguaglianza di tutti i cittadini, della famiglia e del lavoro.

In secondo luogo, i cattolici furono fautori di un modello di Stato sociale, in grado di garantire a tutti i cittadini le condizioni per una vita dignitosa. In questo senso, essi si impegnarono per la promozione dell’istruzione, della salute e della sicurezza sociale.

Infine, i cattolici furono promotori di un modello di Stato laico, in grado di garantire la libertà di coscienza e di religione di tutti i cittadini. In questo senso, essi si impegnarono per la separazione tra Stato e Chiesa, ma anche per il riconoscimento del ruolo della religione cattolica nella società italiana.

Tra i costituenti cattolici che si distinsero per il loro contributo alla stesura della Costituzione, si possono ricordare:

Alcide De Gasperi, presidente dell’Assemblea costituente e primo presidente del Consiglio della Repubblica italiana;

Giuseppe Dossetti, relatore della prima parte della Costituzione;

Giovanni Gronchi, futuro presidente della Repubblica italiana;

Luigi Einaudi, futuro presidente della Repubblica italiana;

Aldo Moro, futuro presidente del Consiglio della Repubblica italiana.

Il contributo dei cattolici all’Assemblea costituente italiana è stato determinante per la costruzione della Repubblica italiana. La Costituzione repubblicana, infatti, si fonda su principi e valori che sono in gran parte riconducibili alla dottrina sociale della Chiesa.

Antonio Calisi

Acli Puglia: per un welfare vicino alla gente
Articolo Precedente Acli Puglia: per un welfare vicino alla gente
Giornata mondiale degli insegnanti: ruolo fondamentale nella società
Prossimo Articolo Giornata mondiale degli insegnanti: ruolo fondamentale nella società
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.