Casamassima (BA): festa di san Lorenzo presso l’antica badia benedettina

  • 0
  • 252 visualizzazioni

Grande festa di san Lorenzo il 9 e 10 agosto presso l’antica badia benedettina di San Lorenzo, che si trova a circa 2 chilometri dal centro di Casamassima.

Il programma prevede una serie di eventi religiosi, culturali e musicali.

Il 9 agosto, alle 18.30, si svolge la narrazione della storia di San Lorenzo, a cura dei soci della sezione locale dell’Archeoclub Italia, organizzatori dell’evento patrocinato e promosso da Comune di Casamassima, basilica pontificia di San Nicola in Bari, parrocchia Santa Croce e parrocchia San Vincenzo Ferrer di Casamassima. A seguire, alle 19.00, c’è un percorso cittadino della bassa musica della Città di Bitonto, diretta dal Maestro Michele Tarantino.

Il 10 agosto, giorno di San Lorenzo, la festa inizia con l’apertura della badia alle 6.00 sulle note della bassa musica della Città di Bitonto e alle 6.30 celebrazione eucaristica, con la partecipazione di padre Savino Somma della basilica di San Nicola in Bari, e del parroco della chiesa Santa Croce di Casamassima, don Carlo Lattarulo. Alle 18.30 verrà celebrata la messa vespertina presieduta da padre Giovanni Distante, priore della basilica di San Nicola.

Alle 19.00 si terrà un incontro culturale dal tema “Le origini storiche romane di Casamassima”, a cura di Giuseppe Monfreda, presidente della sezione casamassimese dell’Archeoclub Italia. Alle 20.00 si terrà lo spettacolo “L’arte del bel canto”, dalle origini a oggi, con il soprano Annalisa Peschetole e la cantante Daniela Diomede. A condurre la serata è Giuseppe Emilio Carelli, ex docente e socio dell’Archeoclub di Casamassima.

La festa si conclude con i giochi pirici “Le lacrime di San Lorenzo”, a cura della Maxima Fireworks. Gli addobbi floreali che abbelliranno la chiesetta sono a cura della Piccola Sanremo di Casamassima.

La festa di San Lorenzo è un importante appuntamento culturale e religioso per la città di Casamassima. La festa attira ogni anno migliaia di visitatori da tutta la Puglia e da altre regioni italiane.

Antonio Calisi

In ricordo di Michela Murgia
Articolo Precedente In ricordo di Michela Murgia
Racconti dalla Puglia abbandonata – Villa Scrasceta a Nardò
Prossimo Articolo Racconti dalla Puglia abbandonata – Villa Scrasceta a Nardò
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.