Il finale è servito: Valencia sancirà il campione della MotoGP 2023

  • 0
  • 158 visualizzazioni

Il Motomondiale è giunto all’ultimo week end dell’anno con il Gran Premio della Comunità Valenciana. Incoronati Pedro Acosta e Jaume Masia campioni del mondo rispettivamente in Moto2 e Moto3, manca all’appello il nome di colui che trionferà in MotoGP. La corona della top class è contesa tra Francesco Bagnaia e Jorge Martin, vale a dire il campione e lo sfidante.

I due si conoscono dai tempi della Moto3, categoria dove hanno condiviso il box nel biennio 2015-2016 nel team Aspar. Successivamente sono tornati a essere avversari a partire dal 2021, anno dell’esordio di Martin in MotoGP mentre Pecco affrontava la prima stagione in Ducati ufficiale. Ma mai come quest’anno si sono sfidati, diventando i protagonisti assoluti di un duello mozzafiato che sta per giungere al termine. Bagnaia volerà in Spagna con 437 punti contro i 416 di Martin: un vantaggio buono ma per nulla rassicurante.

Valencia sarà anche l’ultimo ballo di Marc Marquez in sella alla Honda. Un matrimonio durato 11 stagioni quello dello spagnolo con la casa giapponese, che non ha ancora ufficializzato il nome del suo sostituto. Nel 2024, l’otto volte iridato gareggerà sulla Ducati del team Gresini Racing.

Non solo Marquez: altri piloti lasceranno le attuali squadre. Uno di questi è Johann Zarco che lascerà il team Pramac Racing per accasarsi al team LCR al posto di Alex Rins. Quest’ultimo è stato dichiarato idoneo a correre l’ultima gara della stagione prima di passare in Yamaha che dirà addio a Franco Morbidelli, prossimo sposo di Pramac Racing. Da non scordare neppure l’ultimo GP da pilota a tempo pieno di Pol Espargaro con GASGAS Tech3.

Il fresco vincitore del GP di Qatar Fabio Di Giannantonio vorrà proseguire il suo finale di stagione da assoluto protagonista della categoria. Non saranno da meno i piloti del team VR46 Racing Marco Bezzecchi e Luca Marini. E a proposito di italiani, staremo a vedere se Enea Bastianini confermerà i progressi delle ultime due gare: a Lusail ha chiuso con il giro più veloce in gara. Vedremo all’opera anche Lorenzo Savadori, che sostituirà l’infortunato Miguel Oliveira nel box RNF Aprilia.

Sempre per la squadra di Razlan Razali, Raul Fernandez cercherà di tornare nella zona punti in cui non è entrato negli ultimi due GP. Restando in casa Aprilia, Aleix Espargaro vorrà dimenticare il fine settimana qatariota e andrà all’assalto del quinto posto in campionato. A Doha, Maverick Viñales ha salvato il bilancio della casa di Noale con un quarto posto e cercherà di chiudere al meglio il campionato.

Brad Binder a Valencia vanta una vittoria in Moto3 nel 2016, una in Moto2 nel 2019 e un secondo posto in MotoGP ottenuto nella passata stagione. Chissà che non possa mettere la sua KTM davanti a tutti quest’anno. Anche Jack Miller in passato ha vinto sul tracciato intitolato a Ricardo Tormo, lo stesso dove Augusto Fernandez ha vinto il titolo in Moto2 nel 2022. Dolci ricordi anche per Alex Marquez, che ha festeggiato il mondiale Moto3 nel 2014, mentre Fabio Quartararo desidererà chiudere al meglio un difficile anno in sella alla Yamaha.

Foto: motogp.com

Paolo Gabriel Fasano

Il Socrate è il migliore Liceo Classico di Bari
Articolo Precedente Il Socrate è il migliore Liceo Classico di Bari
L’insegnamento della Religione cattolica, un pilastro della formazione dei giovani italiani
Prossimo Articolo L’insegnamento della Religione cattolica, un pilastro della formazione dei giovani italiani
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.