Leopold Museum, i quadri “storti” contro il cambiamento climatico

  • 0
  • 220 visualizzazioni

Quadri inclinati come segno di protesta e spunto di riflessione per il problema del cambiamento climatico. Si tratta dell’ultima iniziativa del Leopold Museum di Vienna che ha inaugurato “A  Few Degrees More” (qualche grado in più), una mostra che vede protagoniste alcune delle opere d’arte più importanti del museo, da Klimt e Egon Schiele. Esse sono esposte inclinate di quanti gradi potrebbero aumentare le temperature dei luoghi raffigurati nei dipinti, accompagnate con dei testi che sottolineano gli effetti del riscaldamento globale. 

Una risposta ad effetto all’attacco subito lo scorso novembre dagli ambientalisti di Ultima Generazione che avevano imbrattato con della vernice nera il vetro di protezione del dipinto «Morte e Vita» di Gustav Klimt. 

Angelica Caputo

Auguri di Buona Pasqua dalla Famiglia “In Città”
Articolo Precedente Auguri di Buona Pasqua dalla Famiglia “In Città”
Il Palazzo Vulpano-Sylos di Bitonto, scrigno del Rinascimento pugliese
Prossimo Articolo Il Palazzo Vulpano-Sylos di Bitonto, scrigno del Rinascimento pugliese
Articoli collegati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.