SOTTO SEQUESTRO LA DISCARICA DI SAN PIETRO PAGO


DSC 0413

IL PUNTO SULLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI DI DANECO S.p.a.

Si è appreso da qualche ora la notizia che per la discarica di San Pietro Pago è scattato un provvedimento di sequestro che ne vincola ogni operazione in maniera completa e definitiva fin tanto che non interviene una diversa decisione dipendente da una serie di nuovi fattori. Colgo questa circostanza per fornire un quadro complessivo di informazioni su quanto la Daneco S.p.a., concessionaria della gestione della discarica per conto del Comune, ha intrattenuto presso gli Organismi regionali con l’intento di tenere ancora in funzione l’impianto provvisorio delle lavorazioni di smaltimento dei rifiuti, sfruttando ulteriormente i Lotti di discarica ormai colmi.

discarica 1

Né posso trascurare, ad introduzione di questa ampia ricostruzione, le discutibili ultimissime esternalizzazioni di circostanza del Sindaco Depalma. A metà marzo, sempre tramite il social network del Comune, Tom, alquanto stizzito, ha rintuzzato l’accusa, mossagli dal Laboratorio di Energie Democratiche (LED), di non rendere partecipe la città degli esiti che si sono registrati nel corso delle ripetute Conferenze di Servizio, propedeutiche al rinnovo autorizzativo VIA/AIA dell’impianto provvisorio di smaltimento rifiuti di San Pietro Pago, preteso dalla Daneco. Con detto comunicato il Sindaco ha voluto difendersi dal duro rilievo di essere riluttante a fornire puntuali spiegazioni riguardo a quanto aveva notiziato qualche giorno avanti circa la necessità emersa, nell’ultima commissione AIA di febbraio scorso, di sopraelevare le quote di profilo dei lotti I,II e III della discarica fino a raggiungere il livello di abbancamento del VI lotto. Teneva, infatti, a ribadire, con la consueta sua smania oratoria, che la soluzione della risagomatura delle quote dei Lotti I,II e III, fino ad adeguarle al profilo dell’adiacente VI Lotto, è pretesa dalle Autorità tecniche regionali che l’hanno ritenuta indispensabile per consentire una uniformità di trattamento delle operazioni di chiusura e post-gestione dell’intero complesso della discarica, da lui definito “«panettone» del brillante tandem Vendola-Natalicchio”. Per l’occasione, Depalma non ha tralasciato di stigmatizzare il convincimento cui è approdato il Comitato tecnico regionale di dover provvedere alla regolarizzazione di chiusura dei Lotti I,II e III con materiale inerte o/e terreno vegetale, contrariamente a quanto atteso dalla Daneco di sopraelevare i lotti con stabilizzato RBD e/o RBM ed in parte, fino al 30% in peso, con le scorie di fusione (rifiuto classificato CER 10.09.03), rinvenute durante lo sbancamento dell’invaso del V Lotto. Una scelta che, a suo modo di vedere, non solo presenta problematicità sul piano giuridico, ma che si rivelerà antieconomica e di forte impatto sul territorio a causa del trasporto di tanta massa di inerti da portare in discarica, piuttosto che impiegare materiali presenti sul sito. E, non si è, neppure, astenuto dal fare apprezzamenti velenosi nei confronti delle stesse autorità regionali di vigilanza che, a suo dire, fanno “il gioco delle tre carte” nel condizionarsi vicendevolmente pur di non arrivare a decisive formulazioni tecniche di competenza riguardo alla ripresa dell’esercizio della discarica. Un giudizio il suo decisamente screditante e fortemente critico riguardo al lavoro tecnico-ispettivo delle autorità impegnate nella procedura autorizzativa VIA/AIA chiesta dalla Daneco, specie se riferibile a quei Dirigenti di cui lui, per primo, si è avvalso, in qualità di Sindaco, per autorizzare, senza averne facoltà, la continuazione delle attività dell’impianto della discarica nel novembre 2014. Non v’è dubbio che il percorso istruttorio per addivenire al pronunciamento di compatibilità ambientale del progetto di modifica sostanziale della discarica di servizio/soccorso Lotti I,II, III e VI dell’impianto transitorio di biostabilizzazione di San Pietro Pago, è in discussione da tempo e, tuttora, non è completamente chiuso. Specie se si considera che l’iniziale elaborato progettuale è stato presentato dalla Daneco sin dal 27.06.2014 ed è stato assunto ad esame dal Servizio Regionale Ecologia già dal 28.08.2014. Ma è proprio vero che il procrastinarsi delle indagini valutative sia da addebitare alle Autorità di vigilanza chiamate ad esprimersi nel merito del procedimento che sembra abbia avuto ripetute investigazioni proprio a motivo delle varianti progettuali progressivamente prospettate della stessa Daneco? Ed è proprio corretto quanto vuol dare ad intendere Depalma sui social-informazione che tutto è nelle mani dei tecnici regionali che fanno il “gioco delle tre carte”, anziché arrivare a capo della questione?. Di certo, Tom non è per niente da meno delle stesse sue sarcastiche espressioni indirizzate agli organismi regionali di tutela ambientale. Basta fare mente locale alla circostanza che non ha mai chiamato in causa, in tutto questo periodo, il Consiglio Comunale, non solo per una adeguata informativa, ma soprattutto per assumere univoche decisioni politiche cui l’Ente comunale, in quanto proprietario della discarica, è chiamato ad esprimere negli ambienti regionali. Al contrario continua ad avvalersi dei suggerimenti dell’ex Assessore dimissionario, ing. Sannicandro, ed ancora dell’ing. Filippo Pavone, consulente del Responsabile Unico del Procedimento per la realizzazione dell’impianto di trattamento a regime, i quali lo accompagnano immancabilmente nei diversi consessi regionali.
E’ indispensabile, pertanto, focalizzare ogni profilo di questo contrasto politico che, allo stato, trova ulteriore vivacità a causa dell’arresto di ogni attività di smaltimento presso il sito di San Pietro Pago. Un fatto che aggrava la situazione perché comporta il perdurare dell’esportazione dei nostri rifiuti urbani in discariche private con notevoli rincari di costi sul servizio di raccolta locale, interamente a carico dei cittadini. E questo, al di là delle affermazioni equivoche che Depalma tende a diffondere allo scopo solo di far dimenticare la sua avventata autorizzazione del novembre 2014 con cui consentì indebitamente alla Daneco di proseguire le lavorazioni di smaltimento e di ammassare i rifiuti trattati sui Lotti I,II e III, ormai non più attivi.

discarica 2

Per una scansione compiuta degli accadimenti che si sono affastellati in questo trascorso è, comunque, indispensabile portare indietro le lancette del tempo e partire proprio dalla primavera di due anni fa, quando la Daneco macinava lavoro a tutto spiano, smaltendo rifiuti provenienti anche dai Comuni estranei alla ATO/BA, in esecuzione delle ultime Ordinanze del Presidente Vendola, nn.4 e 9/2013, e particolarmente la n.7/2014. Con tali provvedimenti si disponeva, forzando la normativa in vigore, la coltivazione in sopralzo del VI Lotto, a suo tempo autorizzato all’esercizio con D.D. del Servizio Ecologia regionale n.507 del 13.10.2009 e s.m.i.. Giustappunto in quel periodo, a motivo dell’incremento esponenziale delle lavorazioni, la Daneco aveva lanciato l’allarme che era ormai prossimo l’esaurimento delle volumetrie di abbancamento disponibili sul VI Lotto, al limite delle capacità di stoccaggio. Al tempo stesso, aveva prospettato agli Organi regionali, all’ATO/BA e al Comune che la prosecuzione delle attività di smaltimento sarebbe stata possibile riprendendo lo stoccaggio dei rifiuti trattati sui lotti I,II e III, rialzando le loro quote finali fino al livello del profilo terminale ormai completo del VI Lotto. Soluzione che avrebbe consentito di usufruire di altre volumetrie, pari a circa 70.500 m3, per lo stoccaggio dei rifiuti trattati presso l’impianto di biostabilizzazione. Questa prospettazione fu poi formulata dalla Daneco con una apposita progettazione riportata nella nota n.314/2014 del 27 giugno 2014 e trasmessa al Servizio Ecologia regionale con la richiesta di avvio di “procedimento coordinato VIA-AIA per autorizzazione a modifica sostanziale e contestuale rinnovo temporale AIA vigente per le attività di smaltimento a San Pietro Pago”. Con il progetto di modifica sostanziale dell’impianto temporaneo di smaltimento, originariamente autorizzato dalla D.D. 507/2009, la Daneco si proponeva di continuare la gestione della discarica, sempre in condizioni provvisorie di esercizio, per cui tendeva a conseguire:
  1. Il rinnovo delle autorizzazioni (Art.29-octies del D.lgs. 152/2006) per l’impianto transitorio di trattamento rifiuti, installato nell’area del III Lotto della discarica e strutturato con le 8 biocelle telonate operative per la biostabilizzazione meccanica (Codici IPPC 5.3 e 5.4);
  2. La sopraelevazione di circa 1,5 /2 metri delle quote di chiusura finali dei Lotti I,II e III per pareggiarle con i profili terminali del Lotto VI, potendo realizzare a fine coltivazione una copertura di chiusura omogenea su tutti i Lotti e ricavare così altre volumetrie di abbancamento pari a 70.500 m3;
 3. L’utilizzo, nello strato di regolarizzazione sottostante al pacchetto di chiusura di copertura di tutti i Lotti I,II,III e VI, una volta portati ad uniforme livello di altitudine, i rifiuti non pericolosi (scorie ferrose), rinvenuti durante le operazioni di scavo del Lotto V destinato a supporto del realizzando impianto di smaltimento a regime;
 4. L’autorizzazione a costruire una nuova viabilità di accesso alle aree impiantistiche in sostituzione del lungo tratto della strada vicinale di San Pietro Pago, reso impraticabile a seguito di un cedimento, come da Ordinanza Sindacale n.48 del 28 agosto 2013.
Inutile ricordare quanto avvenne in quell’autunno 2014, allorquando, a fronte delle denunce della Daneco di non avere più spazi per l’abbancamento dei rifiuti in discarica, raggiunta la colmata del VI Lotto, ed in piena concordanza con l’ATO/BA, dopo due Conferenze di Servizio del 30/10 e 4/11 del 2014, Depalma adottò l’Ordinanza n.62 del 6.11.2014. Decideva, infatti, da Sindaco, in sostituzione del Governatore pugliese, di autorizzare la continuazione delle attività di smaltimento, stoccando i cosiddetti “sovvalli” sui Lotti I,II e III. Il provvedimento ordinatorio del Sindaco, emesso ai sensi dell’art.191c.1 del D.lgs. n.152/2006 e s.m.i., aveva efficacia semestrale e, comunque, condizionato alla definizione della procedura VIA/AIA azionata dalla Daneco il 27 giugno 2014 e, come sopra accennato, instaurata presso il Servizio Ecologia il successivo 28 agosto. Ed è, pure, noto a tutti come, per effetto della contestazione popolare e dei primi esiti ispettivi eseguiti dall’ARPA con l’avvio del procedimento di valutazione ambientale in data 18.12.2014, Depalma fu costretto a ritirare l’Ordinanza n.62/2014 emettendo provvedimento di revoca, n.3 del 12 gennaio 2015. Di fatto, il giorno dopo, 13 gennaio, veniva ad insediarsi il Comitato Regionale VIA per analizzare i primi aspetti caratteristici degli interventi inclusi nel progetto approntato dalla Daneco per l’autorizzazione combinata VIA/AIA di cui si è fatto sopra cenno. Circostanza questa che indusse il Dirigente comunale ing. Trematore, preoccupato per quanto stava emergendo, di chiedere alla Daneco con sua nota n.1712 del 27.01.2015 di “fornire più dettagliati chiarimenti circa i rilievi emersi nel corso delle visite in sito effettuate da personale dell’Agenzia ARPA”.
A questo punto è possibile riassumere le risultanze di giudizio verbalizzate nel lungo e tormentato procedimento, ormai avviato alla conclusione, dopo essersi definitivamente espresso il Comitato Regionale VIA, il 16 febbraio 2016, che ha consegnato le sue determinazioni peritali di non compatibilità ambientale a tutte le Amministrazioni ed Enti che hanno concorso al vaglio tecnico su quanto ambisce fare la Daneco sul sito della discarica per continuare a selezionare e smaltire rifiuti.

discarica 3

Nella sua prima seduta del 05.05.2015 il Comitato Regionale VIA, acquisiti i pareri forniti dalle Amministrazioni coinvolte e particolarmente della Città Metropolitana – Servizio Ambiente- che con suo documento datato 16.02.2015, aveva espresso giudizio di non compatibilità ambientale per il procedimento in fase di discussione, ritenne di non potersi esprimere per un parere favorevole di valutazione di impatto ambientale, per gli aspetti relativi alla sopraelevazione delle quote di chiusura dei Lotti I,II e III […………..] e per l’impiego, nello strato di regolarizzazione sottostante al pacchetto di chiusura di tutti i lotti, dei rifiuti aventi codice CER 10.09.03 (scorie di fusione). E quell’avviso, sia pure interlocutorio del Comitato, ebbe a produrre un primo sostanziale effetto, nel senso che indusse l’ing. Trematore, Dirigente del Settore comunale “Ambiente”, a trasmettere il proprio parere di competenza, con la nota n.10596 del 22.05.2015, esprimendo “avviso contrario alla proposta progettuale in argomento”, presentata dalla Daneco. Parere che fu acquisito agli atti della successiva Conferenza di Servizi del 25.05.2015, insieme a quelli, altrettanto negativi, dell’ASL dell’ARPA e della Città Metropolitana. E, sempre in questa fase, si registra ancora una comunicazione di Trematore, datata 22.05.2015 n.10622, con la quale sottolineava: “in considerazione del fatto che, a riscontro delle predette note, ad oggi non risultano comunicate e avviate soluzioni da adottare per il superamento delle criticità evidenziate, si evidenzia la preoccupazione per il prosieguo in condizioni di sicurezza e conformemente alla vigente normativa di settore delle attuali attività svolte. Pertanto, per le considerazioni sopra riportate, si ritiene vi siano le condizioni per avviare senza ulteriore indugio la valutazione per l’eventuale definizione delle procedure finalizzate alla chiusura dell’impianto transitorio”.
(Chissà se Depalma conosce a pieno il contenuto di queste note del suo Dirigente chiamato a sostituire l’arch. Turturro che, per analoghe affermazioni sul tema, fu defenestrato dalla direzione del 3° Settore.)
Sicché a fronte di tali giudizi non favorevoli, raccolti a verbale nella Conferenza di Servizi 25.05 2015, la soc. Daneco ebbe a produrre un sostanziale aggiornamento al suo progetto, evidenziando che con riferimento alle volumetrie in discussione, a seguito di attenti rilievi, aveva stimato una “ volumetria lorda al di sotto delle quote di chiusura autorizzate, pari a circa 65.000m3, che per effetto della morfologia della discarica e della conformazione dei profili di chiusura, potrebbe essere sfruttata per circa 30.000/35000m3." In altri termini Daneco faceva presente che la volumetria da colmare sulle quote dei primi tre Lotti si riduceva al 50% di quanto pianificato inizialmente di 70.500 m3, ancorché lo spessore del sopralzo rimaneva sempre di 1,5/2 m.. Ed, ancora, a questo riguardo, prospettava, altresì, che tale spessore, indispensabile a costituire lo strato di regolarizzazione, poteva essere costituito con stabilizzato R.B.D. e/o R.B.M. o, in alternativa, con materiale inerte. Si riapriva così un altro ciclo di indagine istruttoria da parte di tutti gli Enti ed Amministrazioni i cui esiti sono stati consegnati e posti a disamina in altra Conferenza di Servizi in data 16.07.2015. Anche in questa sede di consultazione e di confronto i responsi emersi non hanno riverberato supporti favorevoli ad una decisione di compatibilità ambientale per il sopralzo delle quote finali dei primi tre Lotti di discarica in discussione.
Ed è a questo punto che Daneco si gioca il tutto e per tutto, pur di avere risconti positivi al suo programma di riavvio dell’esercizio. Infatti, eccepisce che le operazioni di chiusura dei Lotti I,II,III, eseguite separatamente ed in modo disgiunto dalla quota di copertura terminale del VI Lotto, sarebbero tecnicamente irrealizzabile “in quanto comporterebbe l’errata regimentazione delle acque meteoriche superficiali che non potrebbero essere gestite coerentemente con buone norme tecniche”. Dunque, la società di gestione ha paventato che, in questo stato di dislivello in cui si trovano le diverse quote dei Lotti coltivati in adiacenza tra loro, non si potrebbero realizzare adeguati interventi di copertura terminale degli stessi e, quindi, andrebbero compromesse le attività di gestione post-chiusura della discarica. Questa nuova interposizione porta ad avviare una nuova serie di rilievi tecnici da parte delle Autorità coinvolte nel procedimento autorizzativo al fine di analizzare le condizioni, i termini e la natura dei materiali più appropriati per addivenire alla regolarizzazione dei profili dei primi tre Lotti con il VI che la Daneco insisteva dovesse essere posta a realizzazione con l’impiego di rifiuto biostabilizzato, ovvero RBM e/o RDB. Ed ancora si è anche rappresentata, a questo punto, l’esigenza di valutare la fattibilità della permanenza sui tre Lotti del rifiuto trattato abbancato in sopralzo ai Lotti medesimi, pari all’incirca a 13.000 m3, all’indomani della Ordinanza di Depalma n.62/2014, rimasta operativa fino al prima decade di gennaio 2015. Gli ulteriori rilievi aggiuntivi prolungatisi ancora per altri mesi sono stati portati a compendio nella discussione dell’ultima Conferenza di Servizi convocata, sempre in Regione, per il 18 dicembre 2015. Nel corso della stessa, sono stati riassunti gli esiti peritali e di valutazione della ipotesi di sopralzo in uniformità di tutti i Lotti a confronto con quella nello stato di attuale dislivello, nonché le analisi di studio comparativi messi a punto dagli Enti di vigilanza ed ancora le ultime valutazioni delle Amministrazioni interessate alla procedura. Per l’occasione, inaspettatamente, la Daneco ha inspiegabilmente notificato che “il materiale movimentato in seguito all’esecuzione dei lavori effettuati per la realizzazione del V Lotto è stato smaltito conformemente a quanto disposto dall’art. 183 del D.lgs. n.152/2006. Allo stato attuale il cantiere è fermo e pertanto non è presente rifiuto CER 10.09.03, essendo sospesi i lavori di scavo e sistemazione del lotto richiamato”.
A tale specificazione della Daneco, secondo cui sul sito non v’è alcuna presenza di scorie di fusione come da sempre affermato essendo, peraltro, il cantiere per la costruzione dell’Impianto di smaltimento a regime, fermo, ha fatto riscontro il Sindaco Depalma che ha ribadito la volontà del Comune di procedere immediatamente alla rigenerazione di tutti i Lotti coltivati, a prescindere di quello che sarà per i Lotti I,II e III.

discarica 4

Sulla base di tutti gli elementi documentali oggetto di valutazioni, portate a termine dagli Organismi regionali competenti, e delle integrazioni prodotte a più riprese dalla Daneco, il Comitato Tecnico per l’ambiente, nelle seduta del 16 febbraio 2016, ha ritenuto di doversi conformare agli argomentati contenuti dei pareri rilasciati dagli Enti di vigilanza. In tal senso ha potuto esprimere parere favorevole esclusivamente alla realizzazione dello strato di regolarizzazione e alla riprofilatura con la sopraelevazione di circa 1,5/2 m. delle quote di chiusura finale dei Lotti di discarica I,II e III, al fine di uniformarne i relativi profili terminali a quelli del VI Lotto. Ma ha altresì escluso che per tale operazione si possano utilizzare i materiali proposti dalla Daneco, né tanto meno i rifiuti di sovvallo. A tale scopo ha richiesto che vengano impiegati solamente inerti da cava, oppure terreno vegetale e/o compost come da AIA vigente. Ha così denegato che si possa utilizzare rifiuto biostabilizzato, ovvero RBM e/o RBD e, in parte, le scorie di fusione, rifiuto non pericoloso CER 10.09.03, asserito dalla Daneco, all’inizio, essere disponibile sul sito, ed in quantità sufficiente per uniformare in parte gli strati sottostanti alle coperture terminali di tutti i Lotti.

foto 2

 

 

A questo punto non rimane che riassumere in estrema sintesi le soluzioni che le Direzioni Regionali hanno ormai in via conclusiva intravisto a riscontro della procedura di valutazione di impatto ambientale e autorizzazione integrata ambientale richiesta dalla Daneco per mantenere ancora operativo il suo vecchio impianto di biostabilizzazione autorizzato a suo tempo per un esercizio provvisorio, in attesa che si costruisse il nuovo impianto. E vediamo quali sono le risultanze a riscontro dei quattro punti a fondamento del progetto Daneco, sopra analizzati:
  1. Riguardo alla prima prospettazione di rinnovo dell’esercizio dell’impianto provvisorio di biostabilizzazione meccanica si è espresso il Servizio Regionale “Rischio industriale-Ufficio Autorizzazione Integrata Ambientale” con apposita nota n. AGO 169_3697 del 14 settembre 2015. Detta Determina si esplicita positivamente avendo recepito le modifiche introdotte dal D.lgs. N.46 del 04.03.2014, riguardo alle linee di indirizzo sulle modalità applicative della disciplina di prevenzione e riduzione dell’inquinamento inserite nel Titolo III-bis, p.2. del D.lgs. n.152/2006. A tal proposito l’Ufficio Regionale conferma la funzionalità dell’impianto provvisorio, in forza della D.D.n.507/2009 che ne aveva regolamentato l’esercizio e ne proroga la validità dell’autorizzazione medesima ancora per altri 5 anni dalla data di scadenza della prima concessione. L’autorizzazione, tuttavia, è stata subordinata a tutta una serie di adeguamenti strutturali dell’impianto e all’introduzione di misure cautelative e prescrizionali per il suo funzionamento operativo. Adempimenti di notevole riguardo che avrebbero dovuto essere eseguiti entro 60 giorni dalla emissione della Determina regionale. Inoltre, avendo Depalma richiesto, in occasione del primo incontro di avvio della procedura VIA/AIA, in data 04.09.2014, che in sede di esame VIA “venisse valutato in VIA l’intero assetto impiantistico, ovvero l’assetto a regime e l’assetto in transitorio e che lo stesso impianto «fosse autorizzato con un unico procedimento di AIA»” il Dirigente regionale ha formalizzato, in accordo con la stessa Daneco, un cronoprogramma di dettaglio delle opere d’esecuzione edificatoria del nuovo impianto a regime, già appaltate dal Comune nel dicembre 2008, e rese cantierabili con regolare ordinazione dell’Ufficio Tecnico Comunale.
Purtroppo, la Daneco non solo non ha aperto il cantiere per la edificazione del nuovo impianto a regime, ma non ha neppure provveduto agli adeguamenti infrastrutturali dell’impianto provvisorio di cui ha chiesto di continuare l’esercizio. L’inottemperanza ad eseguire gli adeguamenti richiesti ha provocato l’intervento di diffida della Regione che ha pure intimato alla Daneco, all’inizio di febbraio scorso, la sospensione dell’efficacia del provvedimento autorizzativo di proroga dell’esercizio temporaneo, fin tanto che non saranno messe a punto le richieste misure strutturali al complesso delle bio-celle.

discarica 5

  2. Per quanto concerne la questione degli interventi per l’ottenimento dell’uniformità dei profili dei lotti e la chiusura unica del corpo di discarica dei Lotti I,II, III e VI è stato sopra sufficientemente richiamato il parere fornito dal Comitato tecnico regionale di impatto ambientale che si è espresso favorevolmente per la sopraelevazione dei Lotti I,II e III fino alla quota limite del VI Lotto lasciando stipati i rifiuti di sovvallo ammassati durante il periodo di novembre/dicembre 2014 in cui si è data attuazione alla Ordinanza del Sindaco. Tanto al fine di consentire una omogenea azione di trattamento di chiusura e post-gestione dei quattro lotti. Al contrario non ha potuto assentire l’utilizzo dei materiali richiesti dalla Daneco per la regolarizzazione dello strato sottostante alla copertura terminale dei Lotti e ha convenuto dover ricorrere all’impiego solo di inerti da cava o di terreno vegetale e/o compost per l’intera sopraelevazione dei Lotti I,II, e III il cui volume da colmare sarebbe stimato di circa 1,5/2 m. Tale risoluzione, peraltro, è una riformulazione delle misure tecnico-operative imposte per la copertura finale sempre dei Lotti I,II e III dalla D.D. n.507/2009 che, all’epoca, aveva già escluso, tra l’altro, la fattibilità a sfruttare le volumetrie che si sarebbero potuto ricavare con il rialzo dei profili di detti Lotti per abbancare ulteriormente rifiuti pretrattati in attesa della predisposizione del VI Lotto.
  3. Con riferimento, infine, all’ultima richiesta, quella di autorizzazione alla realizzazione della viabilità di accesso alle aree impiantistiche in sostituzione della vecchia strada vicinale San Pietro Pago, al momento consentito attraverso un tracciato viario provvisorio, l’Ufficio AIA ha più volte ribadito di non doversi esprimere sull’argomento, trattandosi di un intervento
estraneo e al di fuori del perimetro di confine del complesso impiantistico della discarica.
In merito, pur acquisita in via informale la disponibilità della società Daneco a farsi carico degli oneri per la realizzazione della nuova strada, secondo l’ipotesi prospettata dal Comune, viene, tuttavia, rappresentata la necessità che il nuovo sistema stradale di collegamento alla discarica debba essere inserito in un provvedimento di variante urbanistica di pertinenza del Consiglio comunale. Un passaggio che Depalma si astiene dal fare per sfuggire ad un prevedibile acceso confronto politico che potrebbe aprire una importante e necessaria discussione democratica per cominciare a intravedere quale possa essere il reale futuro dell’impianto infrastrutturale di San Pietro Pago. Un insediamento questo che ha stravolto la realtà di quel comprensorio agricolo del nostro territorio e che ha comportato una consistente variazione del P.R.G. tipizzando il sito come area per urbanizzazioni secondarie di cui all’art.16, c.2 del DPR n.380/2001 –“impianti destinati allo smaltimento, riciclaggio e distruzione dei rifiuti solidi-liquidi urbani, speciali e pericolosi”-.

discarica 6

Questi i fatti pienamente documentati e circoscritti nel loro contesto argomentativo. E questi gli interrogativi che ci si è posti dopo la cognizione attenta di detti documenti: Quali le conseguenze emergenti dai provvedimenti disquisiti? A cosa tende la soc. Daneco che pretende di continuare l’attività di smaltimento e trattamento dei rifiuti a San Pietro Pago ma, in sostanza, non ha ottemperato ai dispositivi di regimentazione della gestione operativa della discarica ed ancor più agli accordi contrattuali cui si è assoggettata con l’acquisizione dell’appalto delle attività di smaltimento dei rifiuti urbani dell’ambito ATO/BA?
Ora, mentre si era in attesa della decisione definitiva del Servizio regionale Ecologia circa l’autorizzazione VIA/AIA all’innalzamento delle quote dei Lotti I,II e III, interviene il provvedimento di sequestro della discarica che blocca ogni operatività e forse sospende qualsiasi altro provvedimento delle Autorità regionali circa la ripresa del funzionamento dello smaltimento.
A fronte di un intervento di tale natura non si può non esprimere un fondo di preoccupazione riguardo alle sorti della discarica e anche a possibili rischi d’insorgenza di grosse controversie in materia di continuazione di post-gestione in tutta sicurezza dell’intero impianto:
- Daneco non ha provveduto a edificare lo stabilimento a regime per il trattamento e smaltimento rifiuti con annessa discarica di soccorso V Lotto, che avrebbe dovuto essere da tempo in funzione in sostituzione dell’impianto provvisorio, disattendendo gli obblighi convenzionati con contratto n. rep.2313 del 30.12.2008.
E non v’è alcun segnale che indichi che quella realtà infrastrutturale venga a realizzazione. Sembra ci stia rinunciando anche Depalma alla costruzione di detto stabilimento, nonostante dica che mette alle strette la società a dar corso ai suoi impegni. Sta di fatto che l’investimento, ad apporto finanziario a completo carico della Daneco, di oltre quaranta milioni di Euro, negli atti programmatici della sua conduzione amministrativa e finanziaria, non risulta più inserito nell’elenco delle opere pubbliche da realizzarsi sul territorio. Neppure nella Scheda Triennale delle Opere Pubbliche 2016-2018, allegata alla Delibera di Giunta n.44 del 31 marzo scorso, appare questo intervento. Ragion per cui deve desumersi che l’impianto non è più da considerare nelle previsioni delle dotazioni infrastrutturali pubbliche del Comune.
- Chiedeva sempre la Daneco di poter avere la proroga per le attività di selezione e trattamento meccanico dei rifiuti continuando l’esercizio dell’impianto provvisorio di biostabizzazione presente sulla superficie del III Lotto, ma non si è adoperata in alcun modo a provvedere agli adeguamenti infrastrutturali previsti dall’Ufficio Regionale “Rischio Industriale” con il provvedimento di proroga della precedente concessione, di cui alla nota n.AGO 169_3697 del 14 settembre 2015.
Ed è realisticamente da dubitare che Daneco voglia attivarsi in questo senso non avendo alcuna possibilità di abbancare i rifiuti di sovvallo in discarica, venendo a mancare l’autorizzazione al sopralzo dei Lotti I,II e III mediante l’abbancamento dei rifiuti.
- Il sito di San Pietro Pago da mesi non è più operativo a causa della mancata costruzione dell’impianto a regime e delle insufficienti garanzie di sicurezza operativa dell’impianto provvesorio. E, in ragione di quanto sopra chiarificato bisogna mettere mano alle operazioni di chiusura e post-gestione del complesso della discarica compreso il IV Lotto che si era preventivato dovesse essere adeguato per la copertura finale unitamente alla colmata del realizzando V Lotto che la Daneco dice di tenere in sospeso non provvedendo alla costruzione dello stabilimento a regime;
- Depalma, dal canto suo, blatera che la soluzione previsionata dalle Autorità regionali riguardo alla tecnica di chiusura finale del complesso della discarica con materiale inerte o terreno vegetale è altamente costoso ed antieconomico e, oltretutto, dubita possa essere in linea con il buon senso e l’ordine legale.
Sta di fatto che una tale modalità operativa di copertura finale dei Lotti in discussione era stata già definita con la D.D. n.507/2009 ed accettata dalla Daneco, allorquando ebbe a concordare le condizioni operative e di esercizio dell’impianto provvisorio con l’annessa discarica di soccorso VI Lotto. Tra l’altro detti interventi di chiusura della discarica e di post-esercizio della stessa in tutta sicurezza sono previsti a carico della società concessionaria della gestione della discarica come da Artt. 8 e 9 del contratto di repertorio n.60387 del 26.09.2003, unico atto negoziale che ha regolamentato finora i rapporti tra il Comune e l’azienda Daneco, subentrata alla soc. SPEM nella gestione della attività di discarica.
A fronte di tutte queste insorgenti problematiche, Tom sa fare le solite battute umoristiche come quelle a chiusura del riscontro a LED : “Non serve alcun dibattito sulla questione perché i fatti sono tutti sul tavolo e chiunque può fare le dovute considerazioni”. (Cfr. testo Facebook –Comune di Giovinazzo ´Cittadini in Rete´- del 14 marzo scorso).

Fosse solo questo…… fare considerazioni!

Commenti

  • Nessun commento trovato

Attualità

IMAGE SCOMPARSA LA CROCE IN FERRO DEL CIMITERO. IL VUOTO DELLA PANDEMIA SE L'E' PORTATA VIA.
Domenica, 16 Agosto 2020

Metaforicamente scrivendo, la monumentale croce in ferro, eretta nella prima metà del novecento, d’improvviso, è sparita nel cimitero storico, da dove era stata situata in cima alla scalinata che dalla Seconda Zona immette alla Terza. A coloro che hanno avuto modo di rilevarne la scomparsa,...

leggi tutto...

IMAGE Barbone: “L’unione fa la forza, soprattutto adesso”
Lunedì, 04 Maggio 2020

In una quotidianità apparentemente in letargo c’è grande fermento nell’ARAC Giovinazzo. Tante le proposte allo studio portate all’attenzione dell’amministrazione comunale, in attesa del prossimo decreto governativo per comprendere meglio come ci si potrà muovere. Luca...

leggi tutto...

IMAGE LE COSTE IN MANO AI PRIVATI. SAREBBE QUESTO IL RILANCIO DEL TURISMO BALNEARE?
Martedì, 21 Aprile 2020

In questo scorcio d’inizio anno, tante sono state le scelte fatte dall’Amministrazione in previsione di un più esteso utilizzo privato dei litorali e delle aree demaniali in accosto; tutte, si dice, in vista di un rilancio del turismo costiero, da sempre, fulcro del programma di Depalma. Si...

leggi tutto...

IMAGE TULIPANI, LA FORZA DELL'ESEMPIO
Lunedì, 06 Aprile 2020

Il suo amico più fedele era l’entusiasmo che accompagnava ogni sua iniziativa rivolta nel sostenere e nel rendere meno sole le persone con disabilità e le loro famiglie. Questa era solo una delle ricchezze di Pino Tulipani, fondatore dell’Associazione di Volontariato “Angeli...

leggi tutto...

IMAGE Ai bambini che sono nati oggi
Lunedì, 30 Marzo 2020

Cari lettori, in questo momento particolare che tutti stiamo vivendo, vogliamo condividere questa riflessione che possa giungere nei cuori e nelle menti di tutti voi. Il tempo passa e le notizie ci informano di come il mondo sta reagendo per cercare di porre fine al dramma di questa terribile pandemia; intanto la...

leggi tutto...

IMAGE SANIFICAZIONE CITTADINA: LE DOMANDE INVIATE AL SINDACO
Martedì, 17 Marzo 2020

Sanificazione cittadina: molte le perplessità sulla iniziativa che sarà attuata a partire da stasera in tutto il territorio. Dubbi, tensioni, paure stanno interessando nelle ultime ore molti nostri concittadini perplessi sulla utilità /necessità dell'intervento.Per la circostanza noi...

leggi tutto...

IMAGE “U′ VINDOTT” SACCHEGGIATO ANCHE DEGLI ULTIMI PINI
Martedì, 03 Marzo 2020

Vandali dell’ultima ora hanno fatto strage dell’ultimo filare di pini domestici, ancora presente sul dirupo di confine della proprietà ferroviaria con la contrada Zurlo, non poco distante dallo stadio “Raffaele Depergola”. Si sono messi di guzzo buono e, in un paio di settimane,...

leggi tutto...

IMAGE Il globo ai comandi del computer
Martedì, 14 Gennaio 2020

Sabato 11 Gennaio 2020 si è riaperto l’anno della Scuola di Democrazia(1) con il quarto incontro che ha visto il professor Giuseppe Pirlo, non tanto impegnato in una lezione cattedratica, quanto simpaticamente coinvolto in una chiacchierata con il pubblico, sempre piuttosto numeroso, e più che...

leggi tutto...

IMAGE INCONVENIENTI DA CICLOVIA URBANA SU CARREGGIATA STRADALE
Lunedì, 16 Dicembre 2019

La costruzione della GREENWAY CITTADINA è ormai bloccata per una serie di difficoltà di esecuzione del progetto. Tuttavia, inconvenienti stradali si sono già registrati con l’esercizio di quella parte strutturale che è stata portata a realizzazione. In altra circostanza ho gia...

leggi tutto...

IMAGE Le persone:centro o periferia del pianeta?
Martedì, 19 Novembre 2019

Scuola di Democrazia. Secondo appuntamento

leggi tutto...

IMAGE GRANDE SUCCESSO PER LA QUARTA EDIZIONE DI CAMPIONI DI BALLO
Martedì, 30 Luglio 2019

Una meravigliosa cornice di pubblico per l’evento organizzatoda Dance Team Giovinazzo in piazza Vittorio Emanuele venerdì 26 luglio

leggi tutto...

IMAGE SCUOLA DI DEMOCRAZIA: IL PERCORSO SOCIOPOLITICO SI CONCLUDE CON DON ROCCO D'AMBROSIO
Martedì, 18 Giugno 2019

“Politica: non mi fido!”. Questo il titolo quasi provocatorio dell’ultima lezione della “Scuola di Democrazia” tenuta da Don Rocco D’Ambrosio, docente di filosofia politica presso la Pontificia Università Gregoriana a Roma e presidente di “Cercasi un fine-...

leggi tutto...

IMAGE La Fondazione Defeo Trapani: una nuova realtà socioculturale nata dall’amore di una nipote per i propri nonni
Martedì, 28 Maggio 2019

Una nuova realtà socioculturale nata dall’amore di una nipote per i propri nonni materni. Si tratta della “Fondazione Gioacchino Defeo Teresa Trapani” sita in Giovinazzo, a venti chilometri da Bari.Gioacchino e Teresa erano i nonni materni di Teresa Picerno, presidente della Fondazione....

leggi tutto...

IMAGE Emma Amiconi: democrazia & cittadinanza attiva
Martedì, 09 Aprile 2019

“Affinchè l’esercizio di carità possa essere al di sopra di ogni sospetto (…) si abbia riguardo alla dignità della persona che riceve l’aiuto (…), l’aiuto sia regolato in modo tale che coloro i quali lo ricevono vengano a poco a poco liberati dalla...

leggi tutto...

IMAGE CASIERI: " I CITTADINI DEVONO ESSERE CONSAPEVOLI DI POTER MIGLIORARE LA REALTA' "
Lunedì, 11 Marzo 2019

L’importanza di partire dai diritti dei cittadini per operare una giusta distinzione tra mercato e democrazia, i due processi tramite i quali l’economia e la politica trovano esecuzione nella realtà. Una situazione, quella attuale, in cui un ruolo fondamentale è ricoperto dal...

leggi tutto...

IMAGE Mons. Renna:” La Dottrina Sociale della Chiesa deve ispirare l’agire politico dei laici”
Martedì, 19 Febbraio 2019

“La politica dimensione istituzionale della carità” questo l’argomento della quinta lezione della “Scuola di democrazia” tenutasi sabato 16 febbraio presso la sala “San Francesco” della parrocchia “Maria SS. Immacolata” di Giovinazzo e organizzata, come...

leggi tutto...

IMAGE DE MARZO: "LA DEMOCRAZIA E' FRUTTO DELLA COMUNICAZIONE E NON DELLA PROPAGANDA"
Martedì, 15 Gennaio 2019

“Democrazia &… tv, social e fake news” questo il tema molto attuale affrontato da Angelo Alejandro De Marzo, massmediologo, docente di comunicazione presso l’Università degli Studi di Bari, media consultant per televisioni e istituzioni pubbliche, nel quarto incontro...

leggi tutto...

IMAGE MARTINI: "LA FONDAZIONE CAMBIERA' IL VOLTO DEL NOSTRO PAESE"
Martedì, 25 Dicembre 2018

Un cinema, una sala conferenze, uno spazio idoneo alle mostre, ma anche un teatro. Tante le anime della sede della Fondazione intitolata a Gioacchino Defeo e Teresa Trapani grazie ad uno spazio versatile e mutevole in linea con le esigenze dettate dagli eventi che di volta in volta si alterneranno nella...

leggi tutto...

IMAGE Sacco: “Il giardino della Fondazione Defeo Trapani: un luogo ospitale all’insegna della tradizione e dell’innovazione”
Martedì, 18 Dicembre 2018

“Tradizione ed innovazione: la volontà della committenza di creare un luogo ospitale che possa essere motore di azioni culturali e condivisione. Insomma, qualcosa di decisamente controcorrente al giorno d’oggi”. Questo l’aspetto che più ha colpito l’architetto Nicola...

leggi tutto...

IMAGE Romano: “In questo momento bisogna osare la politica”
Martedì, 18 Dicembre 2018

“La politica fuori forma”: non la differenza tra partiti e movimenti, non come è avvenuto il passaggio da un contenitore politico all’altro, ma il perché c’è stato un cambiamento così importante nella partecipazione alla vita del Paese. Questo l’argomento...

leggi tutto...

IMAGE Cataldo: “La sede della Fondazione sarà la casa interattiva della cultura”
Martedì, 11 Dicembre 2018

“È un cantiere all’insegna della continua evoluzione”. Definisce così i lavori di edificazione della sede della Fondazione intitolata a “Gioacchino Defeo e Teresa Trapani” l’ingegnere Giuseppe Cataldo. Punto fermo l’idea di base dei soci fondatori, attorno...

leggi tutto...

IMAGE Adriani: “La Fondazione Defeo Trapani a servizio dei valori fondanti della nostra società”
Martedì, 04 Dicembre 2018

Prosegue il nostro viaggio tra i professionisti che hanno collaborato alla nascita della “Fondazione Gioacchino Defeo e Teresa Trapani”. Ad essere intervistata questa volta la commercialista con studio a Bitonto Adriana Adriani. Grazie alla professionista abbiamo messo in luce cosa significa per la...

leggi tutto...

IMAGE Ragone: “Gioacchino e Teresa, un esempio da tramandare con la Fondazione”
Martedì, 27 Novembre 2018

Continua il nostro viaggio all’interno della Fondazione “Gioacchino Defeo e Teresa Trapani”. Stavolta a parlarci del neocostituito soggetto giuridico è l’avvocato Michele Ragone non solo legale della fondazione, ma anche socio fondatore della stessa. Innamorato di Giovinazzo,...

leggi tutto...

IMAGE Democrazia & .. la Carta fondamentale ed i trattati dell’Unione Europea
Martedì, 20 Novembre 2018

Continuano le lezioni della “Scuola di Democrazia”, giunte al secondo appuntamento nel pomeriggio di sabato 17 novembre. L’approfondimento dal titolo “Democrazia & Carta fondamentale” , svoltosi presso la sala “San Francesco” della parrocchia “Maria SS....

leggi tutto...

IMAGE Teresa Picerno: “La Fondazione Defeo - Trapani per omaggiare una vita di sacrifici e di generosità”
Martedì, 20 Novembre 2018

Una novità assoluta, giunta il 9 novembre: a Giovinazzo è stata costituita la Fondazione “Gioacchino Defeo e Teresa Trapani” (ufficio stampa fondazionedefeotrapani@gmail.com)con sede in via delle Filatrici 32. Un regalo di Natale da scartare in anticipo per tutti i giovinazzesi, e...

leggi tutto...

IMAGE Don Antonio Panico: “Occorre ripartire dal rispetto e dal bene comune”
Martedì, 16 Ottobre 2018

“La democrazia rappresentativa è in crisi. Ed io che faccio?” Questo l’interrogativo ed, allo stesso tempo, il monito di Don Antonio Panico, docente di sociologia generale presso la LUMSA di Taranto nel corso della prima lezione della “Scuola di democrazia” svoltasi sabato 13...

leggi tutto...

IMAGE La “Scuola di Democrazia” riparte sabato 13 ottobre
Martedì, 02 Ottobre 2018

Ricomincia sabato 13 ottobre “La scuola di democrazia” dal titolo “Democrazia &…io che faccio?” giunta alla sua seconda edizione ed organizzata dalla Diocesi di Molfetta, Ruvo, Giovinazzo e Terlizzi e dall’Associazione “Cercasi un fine- Onlus” in collaborazione...

leggi tutto...

IMAGE MARIAPIA D’ATTOLICO: “MUSICALMENTE IO, UN PERCORSO DI CONDIVISIONE GENITORI - FIGLI”
Martedì, 11 Settembre 2018

Prenderà il via questa settimana il percorso educativo di “MusicalMente io” per genitori e bambini dai sei mesi in su, tenuto dalla psicologa dell’infanzia e dell’adolescenza, oltre che diplomata in violoncello, Mariapia D’Attolico. Un vero e proprio cammino che ogni piccolo...

leggi tutto...

IMAGE COLONIE DI PAPPAGALLI VERDI HANNO INVASO LA CITTA’
Lunedì, 10 Settembre 2018

Non più i soliti volatili sono presenti nella nostra cittadina ma una diffusa e consistente colonia di pappagalli verdi ha preso a nidificare nelle campagne ed anche presso aree verdi cittadine, ove insistono alberi di grosso fusto. Si distinguono, benissimo, per il loro colore verde brillante e il loro...

leggi tutto...

IMAGE CALA PORTO: BENE COMUNE DI CUI OGNUNO FA UN USO PROPRIO
Lunedì, 03 Settembre 2018

Parlando del nostro porticciolo come “bene comune”, intendo dire che anche questo specchio d’acqua rientra nella categoria di quei beni che si definiscono comunemente demaniali, nel senso che sono esclusi dall’appartenenza alla sfera patrimoniale privata. La natura demaniale, infatti, si...

leggi tutto...

IMAGE ANCHE I RESIDUI DI FUMO VANNO RIMOSSI DALLE STRADE: SONO RIFIUTI TOSSICI PER L’AMBIENTE E LA SALUTE
Lunedì, 27 Agosto 2018

E’ festa! E’ la festa grande, ed è prassi che la città sia pulita tutta, anche nelle zone periferiche che giornalmente non sono spazzate. E così prima dei festeggiamenti patronali è stata allestita una squadra per raccattare rifiuti, domestici e non, abbandonati, da qualche...

leggi tutto...

IMAGE Portale turistico www.visitagiovinazzo.it : punto di partenza per un turismo organizzato
Martedì, 17 Luglio 2018

Da qualche giorno si può visitare il portale turistico www.visitagiovinazzo.it, ideato e curato da Marilisa Sisto e Teresa Gargiulo, titolari dell’agenzia viaggi Volver el mundo, sita a Giovinazzo in Via Toselli n. 16. Cliccando sul portale turistico, innovativa iniziativa da loro ideata e...

leggi tutto...

IMAGE MARIAPIA D’ATTOLICO: IL CIBO COME VEICOLO DI RELAZIONE E DI CONDIVISIONE
Martedì, 03 Luglio 2018

Un incontro informale tra genitori, nonni, zii, future mamme e la psicologa dell’infanzia e dell’adolescenza Mariapia D’Attolico l’evento intitolato “Perché non mangi?” che si è svolto venerdì 29 giugno presso la farmacia comunale di Via Tenente de Venuto....

leggi tutto...

IMAGE L’OROLOGIO CIVICO TORNA A SEGNARE L’ORA GIUSTA, MA SENZA IL RINTOCCO DELLE CAMPANE
Lunedì, 02 Luglio 2018

E’ tornato a dare l’ora esatta l’orologio del Palazzo di città. Ci ha pensato l’ing. Trematore che ha incaricato la ditta Brevetti Giannatasio di Pontecagnano Faiano (Sa) a provvedere a registrare la macchina perché segni il tempo con regolarità e puntualità....

leggi tutto...

IMAGE “Perché non mangi?”
Martedì, 26 Giugno 2018

Alzi la mano la mamma che non ha mai avuto difficoltà a far mangiare il proprio bambino. Minestrina finita nel seggiolino, sul pupazzetto preferito o persino a terra. Ovunque, tranne che in bocca al piccolo. E quando l’aeroplanino, l’elicottero, la nave con il suo carico di cose buone non...

leggi tutto...

IMAGE CHIRINGUITOS GIOVINAZZO, VOLTO POP DELLA RIVIERA?
Martedì, 22 Maggio 2018

Lo speciale centro commerciale, che sta per inaugurarsi presso il lungomare di ponente, oltre Cala Crocifisso, a me pare poterlo definire “CHIRINGUITOS Giovinazzo” . “Chiringuitos”, termine a prestito dalla lingua spagnola per indicare i tradizionali chioschi, che nelle località...

leggi tutto...

IMAGE L’AUTODAFE’ DI TOM SULLA CONTRASTATA CICLOVIA
Martedì, 15 Maggio 2018

D’improvviso, all’inizio del mese, è scoppiata nuovamente la grana della ciclovia sulla strada per Bari e, come sempre, ha riacceso il forte contrasto politico tra Depalma, che l’ha voluta a tutti i costi quella pista, e l’Opposizione che la ritiene inadeguata. La controversia, per...

leggi tutto...

IMAGE LA SCUOLA DI DEMOCRAZIA POLITICA VERSO LA CONCLUSIONE
Mercoledì, 09 Maggio 2018

Il 7 maggio si sono conclusi gli incontri di formazione della Scuola di democrazia politica promossi in collaborazione con il mensile “In Città”.

leggi tutto...

IMAGE GIANNELLA: "LA RICETTA ANTI-CORRUZIONE? LA CRESCITA MORALE DEL PAESE"
Martedì, 10 Aprile 2018

“Per fronteggiare la corruzione serve ripartire dai valori fondanti della nostra Costituzione”. Questa la cura contro il dilagare del fenomeno secondo Francesco Giannella, Procuratore aggiunto presso il Tribunale di Bari, Coordinatore della Direzione Distrettuale Antimafia e già Pubblico...

leggi tutto...

IMAGE Emigrazione: non numeri ma vite, storie e persone
Martedì, 13 Marzo 2018

Sabato 10 marzo 2018, Sala del Bastione Aragonese.A scuola … di democrazia: quinto appuntamento

leggi tutto...

IMAGE ASI : 15 MILIONI DI EURO DALLA CITTA’ METROPOLITANA
Lunedì, 05 Marzo 2018

IANNONE PERO’ DICE CHE NON E’ CHIARA LA RIPARTIZIONE SUI TERRITORI

leggi tutto...

IMAGE LA SCOMPARSA DEL PROF. RUCCI CHIUDE LO SCENARIO CULTURALE DEL NOSTRO NOVECENTO
Martedì, 20 Febbraio 2018

Giovinazzo ha perso uno dei suoi figli più insigni della cultura del novecento.

leggi tutto...

IMAGE ′U VARCHECÉDUZZE MMÉZ Ά LA CHJAZZE! UN SIMBOLO? UN RICORDO? O SOLO APPARATO PUBBLICITARIO?
Lunedì, 05 Febbraio 2018

Che ci fa una barca nel bel mezzo della rotatoria in Piazza Vittorio Emanuele II?

leggi tutto...

IMAGE ANCHE L’OROLOGIO DEL PALAZZO DI CITTA’ VA PER CONTO SUO
Lunedì, 25 Dicembre 2017

Sindaco, per le feste natalizie, ripristi piuttosto l’orologio cittadino

leggi tutto...

IMAGE IL COMUNE FA FINTA DI NIENTE?
Lunedì, 18 Dicembre 2017

Lugo Terminal s'appropria di suoli FS della D1.1

leggi tutto...

IMAGE LEGALITA': LA LEGGE DELLA QUOTIDIANITA'
Martedì, 05 Dicembre 2017

A scuola … di democrazia: secondo appuntamento - Sabato 2 dicembre 2017 presso Sala del Bastione Aragonese

leggi tutto...

IMAGE A SCUOLA … DI DEMOCRAZIA!
Martedì, 07 Novembre 2017

Giovinazzo 4 novembre 2017 presso la sede del giornale "in Città" Avviati i lavori di un biennio di studi sulla politica

leggi tutto...

IMAGE SAN PIETRO PAGO: DANECO ALLA RESA DEI CONTI
Martedì, 31 Ottobre 2017

Ma è la comunità a pagare lo scotto maggiore della fallimentare gestione del sito.

leggi tutto...

IMAGE UN DISASTRO ANNUNCIATO!
Martedì, 10 Ottobre 2017

L’ex complesso monastico domenicano si sfalda nelle sue parti architettoniche. “U Spìzie pérde pizze”.

leggi tutto...

IMAGE ISOLE SPARTITRAFFICO IN PIAZZA VITTORIO EMANUELE II
Martedì, 25 Luglio 2017

UN OBBROBRIO ESTETICO E AMBIENTALE

leggi tutto...

IMAGE E COSI’ I CATTOLICI IN POLITICA SI DENIGRANO
Martedì, 18 Luglio 2017

Con l’avvio della campagna elettorale per il rinnovo delle cariche comunali, a fine novembre scorso, sono stato indotto a trattare in generale il tema dei “Cattolici in politica attiva”, nel tentativo di poter dare comprensione di quale fosse realisticamente “il senso della presenza dei...

leggi tutto...

IMAGE SE LA FESTA PATRONALE TORNA AD ESSERE EVENTO RELIGIOSO
Lunedì, 10 Luglio 2017

PUBBLICA CELEBRAZIONE, TIPO QUELLA CHE HA SOLENNIZZATO SAN TOMMASO

leggi tutto...

IMAGE DA CENTRO CIVICO A SEDE POLIFUNZIONALE DI SANITA', ALCUNI ASPETTI OSCURI DELL'OPERAZIONE
Martedì, 30 Maggio 2017

20-07-2016. Conferenza stampa per la firma del Protocollo d'Intesa Comune-ASL per il Centro Polifunzionale di Sanità Alla presenza del Direttore del Dipartimento regionale della Salute, Giovanni Gorgoni, il Sindaco Depalma e il dott. Vito Montanaro, Direttore Generale ASL di Bari, il 20 luglio 2016,...

leggi tutto...

IMAGE " MAGNA GRECIA MARE ": UN PROGETTO A FALLIMENTO?
Martedì, 16 Maggio 2017

Forse, sono molti coloro i quali non conoscono o non ricordano più l’ambizioso progetto di partenariato tra il Comune di Giovinazzo con quello di Tricase (Le) e la popolazione greca di Corfù dal titolo: “Promozione e Valorizzazione della cultura marittima”, Acronimo -MAGNA...

leggi tutto...

IMAGE «CALA LA TARI». SPOT DI FURBIZIA POLITICO-AMMINISTRATIVA?
Lunedì, 08 Maggio 2017

“TARI PIU’ BASSA PER IL 2017” è stata questa la réclame populista lanciata dalla maggioranza di governo della città, all’indomani dell’approvazione delle aliquote della tassa per il servizio di raccolta rifiuti e spazzamento del territorio da applicarsi...

leggi tutto...

IMAGE IL TITOLO ONORIFICO DI "CITTA' " PER GIOVINAZZO
Lunedì, 01 Maggio 2017

Ancora un segno della "depalmizzazione" del governo cittadino

leggi tutto...

IMAGE NUOVO CIMITERO: ENNESIMO CONTENZIOSO SUI SUOLI REQUISITI DAL COMUNE
Lunedì, 10 Aprile 2017

Nulla aggrava di più le soluzioni, come le tentate soluzioni!

leggi tutto...

IMAGE “Villa Giustina”: ultimo di azzardi urbanistici in Zona A.S.15 del P.R.G., fallito
Martedì, 28 Marzo 2017

D’improvviso, ormai alle ultime battute, l’Assemblea Civica è stata chiamata a prendere cognizione di uno dei più grossi fallimenti cui la comunità cittadina ha dovuto subire dopo essere stata illusa a lungo di poter avere sulla piazza un efficiente servizio ospedaliero. Trattasi...

leggi tutto...

IMAGE IL BORGO ANTICO, PERIFERIA DELLA NOSTRA CIVILTA’
Martedì, 21 Marzo 2017

Quel che è accaduto nei giorni scorsi, riguardo al rappezzamento di alcune principali strade del centro antico mediante riempimento e copertura con manto bituminoso, non solo è inaudito ma dimostra come lavori, sia pure di ripristino di un certo rilievo, si eseguono senza alcun controllo o meglio...

leggi tutto...

IMAGE CAMPOSANTO, TOM GIRA LA TESTA DALL’ALTRA PARTE
Lunedì, 27 Febbraio 2017

In prossimità della chiusura del mandato Tom torna a interessarsi del cimitero cittadino e lo fa con due risoluzioni di una certa importanza cui ritengo debba essere data una chiarificazione puntuale per tentare di comprendere le ragioni che l’hanno mosso a determinarsi in tal senso.Un primo atto...

leggi tutto...

IMAGE CASA D'OSPITALITA', PER CHI?
Domenica, 19 Febbraio 2017

La procedura amministrativa relativa alla progettazione delle opere di adeguamento strutturale della Casa di Riposo “San Francesco” e conseguente operazione di aggiudicazione dei lavori mediante gara di appalto pare sia giunta alla sua fase conclusiva. Non pochi i dubbi evidenziati...

leggi tutto...

IMAGE CICLOPEDONARE TRA TRAPPOLE?
Martedì, 14 Febbraio 2017

Anche per la cronaca satirica il Sindaco sa essere “magistra fallaciae”.

leggi tutto...

IMAGE DANECO: SE CONTROVERSIA DEV’ ESSERE, SIA SU TUTTO
Domenica, 05 Febbraio 2017

Nell’ultimo scritto dal titolo “La Daneco inagura la stagione dei contenziosi” ho cercato di dare comprensione della controversia extragiudiziaria, innescata dalla Daneco S.p.a., concessionaria del servizio di smaltimento RSU a San Pietro Pago, allo scopo di vedersi riconoscere dal Collegio...

leggi tutto...

IMAGE LA DANECO INAUGURA LA STAGIONE DEI CONTENZIOSI
Domenica, 29 Gennaio 2017

Fin tanto che al centro delle nostre comunicazioni giornalistiche si è posta la Soc. Daneco S.p.a., lo si è fatto con l’intento di tratteggiare le attività di smaltimento dei rifiuti urbani presso l’impianto di San Piatro Pago e il relativo abbancamento nelle diverse aree di...

leggi tutto...

IMAGE "ET VOILA’" IL GIOCO E’ FATTO!
Martedì, 17 Gennaio 2017

PARTE LA DIFFERENZIATA CON IL RITIRO RIFIUTI A DOMICILIO

leggi tutto...

IMAGE IL GÒTHA DELLA LOGISTICA E DELLA POLITICA DÀ IL VIA AL TRENO MERCI GIOVINAZZO – VERONA/QUADRANTE EUROPA
Lunedì, 09 Gennaio 2017

Lunedì 19 dicembre sul piazzale dello scalo della Soc. “Lugo Terminal”, in località Zurlo, si è svolto un gran raduno di operatori logistici, interessati al traffico intermodale sull’hub ferroviario di Verona-Quadrante Europa, cui sono intervenuti anche esponenti politici e...

leggi tutto...

IMAGE MILLE SODDISFAZIONI
Sabato, 31 Dicembre 2016

Carissime lettrici e lettori, un anno fa ha avuto inizio la nostra attività di comunicazione online. L'esigenza di esservi vicini attraverso un canale di informazione che ci concedesse l'opportunità di aggiornarvi in tempo reale su fatti che riguardano il nostro territorio, ci ha spinti lo scorso...

leggi tutto...

IMAGE OGNI RIMURGINAMENTO POLITICO DI DEPALMA SFOCIA IN FANTASTICHERIA ACCUSATORIA.
Martedì, 13 Dicembre 2016

Commentando la settimana scorsa, con tre nostri comunicati, quanto esposto da Depalma in seno al Consiglio Comunale del 1 dicembre scorso, convocato appositamente per discutere della discarica, abbiamo dato puntuale illustrazione delle attività post-esercizio cui resta obbligato il gestore DANECO S.p.a. in...

leggi tutto...

IMAGE LA DISCARICA NELL’IMPASSE PIU’ COMPLETA
Martedì, 06 Dicembre 2016

Che fare dopo che l’impianto provvissorio con le discariche a supporto è stato messo definitivamente fuori esercizio?

leggi tutto...

IMAGE S. PIETRO PAGO VERSO LA CHIUSURA. (seconda parte)
Lunedì, 05 Dicembre 2016

Fideiussioni rinnovate, ma non valide secondo la Regione e l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni. Revocata l’ AIA dell’ impianto transitorio. Escluso dal provvedimento il nuovo impianto.

leggi tutto...

IMAGE S. PIETRO PAGO VERSO LA CHIUSURA. (prima parte)
Domenica, 04 Dicembre 2016

La Regione Puglia nega l'utilizzo di rifiuti peril sopralzo del I, II e III lotto della discarica di San Pietro Pago. Revocata l’ autorizzazione all’ impianto transitorio e ai lotti I, II, III e VI della discarica. Depalma contraddittorio in Consiglio Comunale.

leggi tutto...

IMAGE SE IL RIFIUTO ORGANICO NON SI SA DOVE SMALTIRLO, LA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA NON PARTE.
Lunedì, 21 Novembre 2016

Può sembrare del tutto incomprensibile, ma la vicenda è un altro segnale eclatante che ci ha riservato l’approsimativa quanto inconcludente gestione regionale del ciclo dei rifiuti urbani che, ormai da tempo immemorabile, versa in una grave emergenza strutturale, cui, peraltro, non si riesce a...

leggi tutto...

IMAGE ANCHE IL TAR DIVISO SULL’ANNULLAMENTO DEL PIANO DI “ZONA C3”
Lunedì, 24 Ottobre 2016

E’ proprio vero, quando si entra in clima di campagna elettorale i temi specifici relativi alla materia urbanistica, a motivo degli opposti interessi che generano, in qualche modo, vengono ad oscurarsi. E’ quanto sta accadendo riguardo all’annullamento della pianificazione dell’impianto...

leggi tutto...

IMAGE GESTIONE RIFIUTI: PAGHIAMO DI PIU’ MA I SERVIZI NON SEMBRA MIGLIORINO.
Lunedì, 29 Agosto 2016

Quest’anno la deprecata tassa sui rifiuti, il cui gettito complessivo, per legge, deve coprire l’intero costo del servizio di spazzatura e di raccolta urbana, si è fatta sentire più del solito, attesi gli aumenti che sono intervenuti, si dice, a motivo della chiusura della discarica. Da...

leggi tutto...

IMAGE “TUTTO E’ VERO TUTTO E’ FALSO”
Lunedì, 15 Agosto 2016

PURCHE’ SIA PLAUSIBILE.

leggi tutto...

IMAGE IL NOSTRO DIVERTISSEMENT AGOSTANO
Domenica, 07 Agosto 2016

Sagre, mostre, spettacoli pirotecnici e canori, pot-pourri della festa patronale.

leggi tutto...

IMAGE CIMITERO: E’ DI NUOVO EMERGENZA SEPOLTURE
Domenica, 31 Luglio 2016

Una vicenda che, però, svela il teatrino di dissidi tra l’apparato politico e quello tecnico-burocratico, ma anche tra la stessa direzione gestionale del Comune.

leggi tutto...

IMAGE DALLA STAZIONE A VIA MARINA
Domenica, 24 Luglio 2016

DISAGIO ALLA VISTA DI UN PERSISTENTE DEGRADO

leggi tutto...

IMAGE L’ESTATE DA’ LA SVEGLIA A TOM...
Lunedì, 11 Luglio 2016

...E LUI PROVA A INGAGGIARE LA GUERRA ALLE CICCHE IN STRADA

leggi tutto...

IMAGE DIDIMO NON HA MOTIVO DI DOLERSI QUEST’ANNO
Lunedì, 04 Luglio 2016

Il Vescovo Mons. Cornacchia ha celebrato la festa del nostro Patrono.

leggi tutto...

IMAGE DISCARICA: Un bubbone di cui nessuno vuole più occuparsi
Lunedì, 27 Giugno 2016

…E TOM, ORA, NON SA FARE ALTRO CHE GRIDARE AL LUPO AL LUPO

leggi tutto...

IMAGE DEPALMA e NATALICCHIO l’un contro l’altro armati…d’improperi
Martedì, 21 Giugno 2016

MA LA GENTE NON CAPISCE IL LORO RINFACCIARSI ACCUSE

leggi tutto...

IMAGE DA COSI’ A COSI’
Lunedì, 13 Giugno 2016

COME UNO SPAZIO PUBBLICO PUO’ DIVENIRE POSSESSO PRIVATO A coloro che non riescono dalle immagini a cogliere il luogo e, precisamente il sito oggetto di questo mio esposto, preciso subito che trattasi di uno scorcio della facciata dell’antico palazzo nobiliare della famiglia Vernice su via Lecce, già...

leggi tutto...

IMAGE BIS DE EADEM RE SACRA LICET CELEBRATIO?
Lunedì, 06 Giugno 2016

IN OCCASIONE DI UN EVENTO RELIGIOSO SERVE UNA DOPPIA CELEBRAZIONE?

leggi tutto...

IMAGE DEPAMA-TREMATORE: “PING PONG” DI OPERE PUBBLICHE
Lunedì, 30 Maggio 2016

UN’INVENZIONE PER PUBBLICIZZARE INTERVENTI IMPROBABILI

leggi tutto...

IMAGE SALVO… ERRORI ED OMISSIONI
Domenica, 22 Maggio 2016

Quest’anno numeri da record per la tassa sui rifiuti, ma ancora una volta il calcolo delle tariffe è sbagliato.

leggi tutto...

IMAGE PRIMO LANCIO DI PROPAGANDA ELETTORALE DI TOM
Lunedì, 09 Maggio 2016

UN NUTRITO PIANO DI OPERE PUBBLICHE PER IL 2016

leggi tutto...

IMAGE SOTTO SEQUESTRO LA DISCARICA DI SAN PIETRO PAGO
Giovedì, 05 Maggio 2016

IL PUNTO SULLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI DI DANECO S.p.a.

leggi tutto...

IMAGE “LE MENZOGNE DI PATRON TOMMASO!”
Lunedì, 02 Maggio 2016

Il giudice riconosce appropriata la mia critica politica al Sindaco.

leggi tutto...

IMAGE FESTA DEL LAVORO…PRECARIO
Sabato, 30 Aprile 2016

Il 1° maggio al tempo della crisi

leggi tutto...

IMAGE PASSEGGIATA DI VIA MARINA: ATTO SECONDO
Lunedì, 25 Aprile 2016

Le transenne comunali, poste da tempo a rinforzo della struttura del parapetto lungo tutto il tratto di via Marina, ormai, si può dire, fanno parte dell’immagine paesaggistica delle mura che delimitano ad occidente il centro antico. Nessuno ci fa più caso! Sono diventate quasi corpo unico con...

leggi tutto...

IMAGE Referendum, dati e reazioni
Martedì, 19 Aprile 2016

Un buco nell’acqua il referendum sulla durata delle trivellazioni in mare. A livello nazionale il quorum del 50% + 1 degli aventi diritto è rimasto lontanissimo, visto che l’affluenza alla chiusura dei seggi è stata del 32,15% (escludendo il dato estero). Ben diverso il risultato...

leggi tutto...

IMAGE “Non possiamo più permetterci di decidere di non decidere”
Lunedì, 04 Aprile 2016

Area ex AFP: Quale futuro oggi? Questo il titolo dell’ incontro organizzato dall’ Osservatorio per la legalità e per la difesa del Bene Comune che si è svolto venerdì 01 Aprile nell’Auditorium Don Tonino Bello. Un titolo che sintetizza in modo significativo le attese della...

leggi tutto...

IMAGE NON SAPPIA LA TUA MANO SINISTRA COSA FA LA TUA MANO DESTRA
Martedì, 29 Marzo 2016

Nel Comune di Modugno si discute della nostra discarica prendendo lo spunto dalle dichiarazioni di Tommaso Depalma

leggi tutto...

IMAGE LA COMMISSIONE LOCALE PAESAGGISTICA
Lunedì, 28 Marzo 2016

ALTRA MOSSA DI POTERE DEGLI UOMINI VENUTI DAL CAPOLUOGO.

leggi tutto...

IMAGE LA PASSEGGIATA PANORAMICA DI VIA MARINA
Mercoledì, 23 Marzo 2016

E' ANCHE STORIA DI RICORSI AMMINISTRATIVI

leggi tutto...

IMAGE Sanità: per i Sindaci la parola d’ordine è “ospedali consortili”
Lunedì, 21 Marzo 2016

E Depalma mantiene il basso profilo

leggi tutto...

IMAGE “NON STIAMO CON LE MANI IN MANO”!
Domenica, 13 Marzo 2016

MA SIAMO IN MANO A GIUDICI, LEGALI, CONSULENTI URBANISTICI, PIANIFICATORI TERRITORIALI ED ESPERTI VARI.

leggi tutto...

IMAGE C’eravamo tanto amati
Lunedì, 07 Marzo 2016

Emiliano e Vendola l’un contro l’altro armati su Sanità e rifiuti

leggi tutto...

IMAGE La mostra del Carmine a significazione della Passione.
Lunedì, 29 Febbraio 2016

L’ideazione scenografica, proposta anche quest’anno nella chiesa del Carmine, ad opera dell’artista Saverio Amorisco, nella quale contempliamo Gesù che viene condannato alla crocifissione, si apre magnificamente includendo la figura partecipe dell’Addolorata. Gli elementi scenici...

leggi tutto...

IMAGE VIA LE CICCHE DALLE STRADE. SARA' VERO?
Lunedì, 15 Febbraio 2016

E’ stato pubblicato nella G.U. del 18 gennaio scorso, dopo un iter parlamentare lungo e faticoso il famoso disegno di legge sulla Green Economy che riproduce un piano gestionale, a sfondo anche d’interesse economico, sulla scia del...

leggi tutto...

IMAGE LA REGIONE SOSPENDE L’AUTORIZZAZIONE ALL’ IMPIANTO DI SAN PIETRO PAGO
Martedì, 16 Febbraio 2016

L’impianto transitorio di biostabilizzazione fermato dagli uffici della Regione Puglia.

leggi tutto...

IMAGE UN MINUTO DI ATTENZIONE …PREGO (quanto pagheremo di ecotassa?)
Lunedì, 15 Febbraio 2016

DETTAGLIO RIFIUTI RACCOLTI A SETTEMBRE 2015

leggi tutto...

IMAGE A.A.A. GEOSITO CERCASI…(BUFFA STORIA DI ORDINARIA FOLLIA)
Lunedì, 08 Febbraio 2016

Cronistoria di una deturpazione del nostro territorio.

leggi tutto...

IMAGE Cartelli del GAL “Fior d’olivi” per insediamenti rurali
Martedì, 02 Febbraio 2016

Ma i turisti sono spesso scoraggiati da monumenti chiusi.

leggi tutto...

IMAGE LA CITTA' VECCHIA: DEPALMA DICE DI VOLERE IL RECUPERO.
Mercoledì, 27 Gennaio 2016

Non sarà un'altra sua commedia politica?

leggi tutto...

IMAGE Poche parole a buon intenditore
Martedì, 26 Gennaio 2016

L’istituzione pubblica, nelle sue più disparate forme democratiche, è principalmente fondata su principi inderogabili prefigurati delle leggi dello Stato e via via dalle normazioni e regolamentazioni di sistema che disciplinano la convivenza civile e la salvaguardano da ogni arbitrio e sopruso...

leggi tutto...

IMAGE MA CHE COLPA NE HA… NIBALI?
Lunedì, 25 Gennaio 2016

Dedicare o intitolare? Interrogativi su una pista ciclabile che continua a dividere.

leggi tutto...

IMAGE Fare cultura a Giovinazzo paga?
Lunedì, 25 Gennaio 2016

I nostri interrogativi dopo i Falò di Sant’Antonio Abate

leggi tutto...

IMAGE PASSEGGIATA DI VIA MARINA: UNA FAVA CHE NON SI CUOCE.
Lunedì, 18 Gennaio 2016

A metà dicembre il nostro giornale ha preso diffusione via Web e il mio primo articolo ha riguardato lo stato di degrado del percorso pedonale di Via Marina divenuto nel corso di questi ultimi mesi un vespasiano per animali domestici e non. Lamentavo questa incomprensibile situazione appuntando il fatto...

leggi tutto...

IMAGE S.P.Q.G. : SONO PORCI QUESTI GIOVINAZZESI?
Lunedì, 11 Gennaio 2016

Il nostro commento dopo la “mannaia” dell’ecotassa

leggi tutto...

IMAGE QUALE SISTEMA DI TRATTAMENTO RIFIUTI A S. PIETRO PAGO?
Lunedì, 04 Gennaio 2016

Una inutile e costosa consulenza commissionata per la costruzione dello stabilimento di biostabilizzazione a regime. Con il mio scritto pubblicato nell’ultimo numero di dicembre ho trattato ampliamente della sorte delle discariche presso il sito di S. Pietro Pago fornendo indicazioni...

leggi tutto...

IMAGE PRYSMIAN, QUANDO L' OGGI E' FRUTTO DEL PASSATO
Lunedì, 21 Dicembre 2015

Festeggiati i 50 anni di produzione.Noi abbiamo voluto ricordare cosa accadde allora attraverso le cronache del tempo

leggi tutto...

IMAGE UN MINUTO DI ATTENZIONE …PREGO
Lunedì, 14 Dicembre 2015

DETTAGLIO RIFIUTI RACCOLTI AD AGOSTO 2015

leggi tutto...