IMAGE LA CHIESA DEL CARMINE PARLA DI BIODIVERSITA'

Presso la chiesa del Carmine in via Cattedrale nel centro antico, l’Arciconfraternita Maria SS. del Carmine ha concorso all’allestimento e sta ospitando la mostra fotografica sulla Biodiversità, leggi tutto...
IMAGE IV DOMENICA DI PASQUA

La IV domenica di Pasqua è la cosiddetta “domenica del Buon Pastore” con un richiamo molto forte alla dimensione vocazionale sacerdotale o alla vita religiosa; infatti celebriamo la giornata mondiale delle vocazioni. leggi tutto...
IMAGE Il ricordo della manifestazione del 25 Aprile di qualche...

In occasione del 25 aprile , anche quest’anno, si sono svolte le solite cerimonie di commemorazione nella villa comunale, alla presenza delle autorità e dei rappresentanti politici e sindacali. La visione delle foto, mi ha fatto ricordare un... leggi tutto...
IMAGE RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

iscritta all’albo regionale delle O.d.V. (ex ONLUS) al n. 1883 ... leggi tutto...
IMAGE II DOMENICA DI PASQUA - DIVINA MISERICORDIA

Carissimi tutti , rinnovando i più sinceri auguri di una Pasqua rinnovatrice nel segno della speranza cristiana, con questa seconda domenica entriamo a pieno nella cinquantina pasquale che ci accompagnerà fino alla solennità di Pentecoste. leggi tutto...
IMAGE IL CORPO DELLA RISURREZIONE

Non c’è paura più grande della morte; non c’è desiderio più grande che vivere eternamente. leggi tutto...
 

IV DOMENICA DI PASQUA


foto IV di Pasqua B

 

La IV domenica di Pasqua è la cosiddetta “domenica del Buon Pastore” con un richiamo molto forte alla dimensione vocazionale sacerdotale o alla vita religiosa; infatti celebriamo la giornata mondiale delle vocazioni.

 

Siamo al capitolo dieci dell’evangelo di Giovanni che prende in considerazione questo tema con accenti diversi che si sviluppano in molteplici direzioni quali : Gesù che chiama le pecore per nome, Gesù porta dell’ovile, Gesù pastore buono che da la vita, Gesù che conosce le pecore del suo gregge. E’ proprio il concetto di conoscenza reciproca tra il buon pastore e le pecore che emerge in questa pagina evangelica e che sin dalla creazione ne è stato un tema cruciale. La conoscenza secondo la Scrittura non è mai solo questione di intelletto ma soprattutto di relazione che porta all’intimità. Gesù conosce con il cuore: il pastore è in ansia quando anche solo una pecora si perde, “nessuno le stapperà dalla mia mano”. Questa immagine è usata per indicare la forza della custodia, la mano quindi è molto più dell’estremità del braccio, infatti esprime il luogo simbolico dove prende inizio e si mantiene l’opera di Dio. Certo, la nostra cultura non è più familiare a lavori pastorizi che altrimenti avrebbe evocato in noi immagini di fatica e sacrificio per costruire il recinto e nello stesso tempo sentimenti di ammirazione per il coraggio di difendere il proprio gregge da lupi e predoni. Gesù conosce noi suoi fedeli nell’intimo del cuore non come indagatore, ma come colui che ha cura di quanti il Padre gli ha affidato e con il suo sacrificio prepara dimore eterne presso il Padre. Questa è l’opera che ancora oggi continua attraverso pastori secondo il suo cuore e per i quali eleviamo la nostra preghiera.

BUONA DOMENICA A TUTTI E UN ABBRACCIO A TUTTE LE MAMME.

Commenti

  • Nessun commento trovato