IMAGE IL PASTICCIACCIO BRUTTO DELL’UFFICIO TECNICO

Giochi di potere da "fine impero" sulla pelle dei cittadini e dei dipendenti leggi tutto...
IMAGE “L’Omino di Giovinazzo”: Aguinaldo Perrone sulle...

Esce oggi “L’Omino di Giovinazzo”, il libro di Aguinaldo Perrone edito da Graphe.it. Studioso da diversi anni di cartellonismo, “l’arte della pubblicità” come lui stesso ama definirla, Perrone torna a documentare la... leggi tutto...
IMAGE III DOMENICA DI TEMPO ORDINARIO

E’ questa la terza domenica del tempo ordinario, quella che Papa Francesco nella lettera apostolica Aperuit Illis ha stabilito e denominata : Domenica della Parola. leggi tutto...
IMAGE L’argentino Mura si presenta: “Dribbling e gol per...

È Correa Mura Federico Leandro il nuovo acquisto dell’AFP Giovinazzo. Un colpo a sorpresa per la società del presidente Dino Camporeale che adesso potrà contare anche su di lui per poter affrontare al meglio il girone B di serie... leggi tutto...
IMAGE Foletto: “Primo posto? Noi puntiamo al meglio”

Una città nel pallone. Si è svegliata così Giovinazzo all’indomani della vittoria del G.S. Giovinazzo Calcio a 5 sul Regalbuto. Tre punti importantissimi che hanno permesso al sodalizio del presidente Antonio Carlucci di fare un balzo... leggi tutto...
IMAGE Amendolagine: “Che emozione giocare di nuovo in...

«Il ritorno è stato un carico di emozioni». Queste le prime parole del giovinazzese Pierluigi Amendolagine (nella foto di Roberta Mirabile) tornato quest’anno a giocare nella massima serie italiana. Per lui, hockeista nato tra le fila... leggi tutto...
 

XXXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - CRISTO RE DELL'UNIVERSO


foto Cristo Re dellUniverso

 

Cari amici lettori e a voi tutti membri dell’Arciconfraternita di Maria SS.ma del Carmine, con questa domenica nella quale in comunione con tutta la Chiesa celebriamo la solennità di nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo, con viva riconoscenza a Gesù sommo e eterno sacerdote mi pongo a servizio della sua Parola meditandola insieme a voi affinchè possiamo fortificare e “organizzare la speranza” che è in noi e nella Chiesa intera.


Uno sconcertante dialogo emerge nella pagina giovannea di questa domenica che taglia il traguardo di questo anno liturgico. Un confronto tra Pilato e Gesù nel momento dell’arresto dove Cristo si presenta come nostro Re e Signore che offre la sua vita per la nostra salvezza. Sei tu il re dei giudei ? questo l’interrogativo rivoltogli dal governatore Pilato che non conoscendo Gesù si limita a ripetere quelle accuse del popolo: contrastare il potere di Roma ? Una domanda quest’ultima che non trova risposta anzi suscita un’ulteriore richiesta da parte di Gesù. Qui si manifesta il disagio dello stesso Pilato che non vuole farsi carico di questa difficile situazione . Il mio regno non è di quaggiù. Con questo feedback che Gesù rimanda a Pilato non chiude a una logica di potere ma inaugura una logica di servizio nel tempo e nella storia di cui Lui è il Signore. Tu lo dici io sono re (…) sono venuto nel mondo per dare testimonianza alla Verità. Una Verità che viene dal Padre che quindi apre ad una dimensione trascendente e teologica; non si costituisce re da se stesso ma all’interno di un dono fattogli da Dio. Gesù diventa persona scomoda non più osannato dalla folla ma prigioniero e accusato proprio da coloro che avrebbero dovuto accoglierlo. Gesù diventa nostro re nel momento della consegna agli altri per un servizio che si situa nel grande progetto del Padre per il suo figlio e per tutti noi. Questo è il Gesù che si presenta a noi tutti qui ed ora in questo preciso momento storico. Diventa allora salutare domandarci: e noi siamo capaci di accoglierlo li sotto la croce a un passo dalla morte mentre tutti lo rifiutano ? Dobbiamo prendere sempre più consapevolezza di una certezza: In Dio l’Amore vince perdendo. Allora con tutta la Chiesa potremo elevare la nostra preghiera :
Cristus vincit! Cristus regnat! Cristus imperat! heri, hodie et semper . Amen

Commenti

  • Nessun commento trovato