IMAGE IL PASTICCIACCIO BRUTTO DELL’UFFICIO TECNICO

Giochi di potere da "fine impero" sulla pelle dei cittadini e dei dipendenti leggi tutto...
IMAGE “L’Omino di Giovinazzo”: Aguinaldo Perrone sulle...

Esce oggi “L’Omino di Giovinazzo”, il libro di Aguinaldo Perrone edito da Graphe.it. Studioso da diversi anni di cartellonismo, “l’arte della pubblicità” come lui stesso ama definirla, Perrone torna a documentare la... leggi tutto...
IMAGE III DOMENICA DI TEMPO ORDINARIO

E’ questa la terza domenica del tempo ordinario, quella che Papa Francesco nella lettera apostolica Aperuit Illis ha stabilito e denominata : Domenica della Parola. leggi tutto...
IMAGE L’argentino Mura si presenta: “Dribbling e gol per...

È Correa Mura Federico Leandro il nuovo acquisto dell’AFP Giovinazzo. Un colpo a sorpresa per la società del presidente Dino Camporeale che adesso potrà contare anche su di lui per poter affrontare al meglio il girone B di serie... leggi tutto...
IMAGE Foletto: “Primo posto? Noi puntiamo al meglio”

Una città nel pallone. Si è svegliata così Giovinazzo all’indomani della vittoria del G.S. Giovinazzo Calcio a 5 sul Regalbuto. Tre punti importantissimi che hanno permesso al sodalizio del presidente Antonio Carlucci di fare un balzo... leggi tutto...
IMAGE Amendolagine: “Che emozione giocare di nuovo in...

«Il ritorno è stato un carico di emozioni». Queste le prime parole del giovinazzese Pierluigi Amendolagine (nella foto di Roberta Mirabile) tornato quest’anno a giocare nella massima serie italiana. Per lui, hockeista nato tra le fila... leggi tutto...
 

Illuzzi: da protagonista in Nazionale a tifoso d’eccezione dell’AFP


 

Foto

 

Ci sarà un tifoso speciale sugli spalti a Viareggio a seguire l’AFP Giovinazzo domenica prossima 28 novembre. Si tratta di Domenico Illuzzi (nella foto FISR scattata da Marzia Cattini), appena tornato dagli Europei di Paredes. Una competizione continentale sui generis, quella appena terminata in Portogallo, rimasta in parte incompiuta a causa della mancata celebrazione della finale terzo e quarto posto proprio tra gli azzurri di Alessandro Bertolucci e i padroni di casa.

Un Europeo in crescendo quello disputato dalla Nazionale, come lo stesso Illuzzi afferma.

«Purtroppo la prima partita è andata male. L’esordio è sempre così: occorre trovare la giusta amalgama con l’ambiente ed anche all’interno della squadra. Ci siamo allenati insieme per dieci giorni. Le altre nazionali hanno avuto partite facili, noi no. Se avessimo incontrato la Francia dopo uno, due giorni, la gara sicuramente sarebbe andata in maniera diversa».

Dal turno successivo infatti avete collezionato due prestazioni da incorniciare sia con i campioni d’Europa uscenti della Spagna, poi rinconfermatisi tali, e in seguito con i portoghesi padroni di casa.

«Abbiamo pareggiato con entrambe, ma potevamo vincere tranquillamente tutte e due le partite, soprattutto la seconda. In quell’occasione abbiamo dimostrato di essere una squadra che non ha niente da invidiare ai nostri avversari. Di questa Italia mi è piaciuto tutto, in particolare il gruppo che si è creato. Dopo tanti anni ho visto una squadra davvero unita che ha lottato fino all’ultimo per raggiungere insieme l’obiettivo comune. Ci siamo allenati bene dal primo all’ultimo giorno e in pista abbiamo dato tutto. Alcune volte abbiamo sbagliato, ma sono cose che capitano».

Come giudica il suo Europeo?

«Penso sia stato un buon Europeo considerando che venivo da una preparazione molto intensa a Forte dei Marmi e che, per questo, rispetto agli altri fisicamente ero un po' indietro. Grazie agli allenamenti a Recoaro sono riuscito a mettermi in pari con i miei compagni. Bello anche poter giocare con la mia famiglia lì ad incoraggiarmi: mi spiace abbiano potuto vedere solo le partite inziali e non la finale terzo, quarto posto».

Alla luce della finale non giocata, valida per l’assegnazione del bronzo, si delinea un ex aequo tra voi e il Portogallo, cosa ne pensa?

«Penso sia la soluzione migliore: non credo abbia senso ritrovarsi tra un mese, un mese e mezzo per giocare una sola partita, come è stato ipotizzato da alcuni. Una cosa inutile e anche impossibile, considerati gli impegni delle squadre».

E degli azzurri delle rappresentative giovanili, invece, cosa pensa?

«Ci sono parecchi ragazzi che crescono bene, ma è presto per dire qualcosa: devono accumulare ancora molta esperienza e arrivare a giocare da titolari in serie A. Occorre dare loro il tempo di cui hanno bisogno».

Un messaggio per i giovani hockeisti dell’AFP?

«Spero che il Giovinazzo torni al più presto in A1: è una delle piazze storiche che merita il massimo campionato. Domenica sarò sugli spalti a Viareggio a fare il tifo per l’AFP e a sostenere i miei ex compagni».

I biancoverdi infatti sono attesi in questo fine settimana da un doppio impegno: sabato a Camaiore e domenica proprio al PalaBarsacchi, dove a tifare per loro ci sarà anche il supporter d’eccezione Domenico Illuzzi.

Commenti

  • Nessun commento trovato