IMAGE XIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

La pagina di vangelo ci ha offerto una figura della vita del credente, leggi tutto...
IMAGE Foglio: “La pallanuoto in mare è spettacolare”

. È tornato anche quest’anno l’appuntamento con il “Netium Beach Waterpolo”. Il torneo di pallanuoto, giunto alla sua quarta edizione, si è tenuto domenica 2 agosto in località Trincea. Due tempi da otto minuti a... leggi tutto...
IMAGE Suspance, mistero, sogni e realtà

Sul palco di via delle Filatrici si dialoga con l’autore del romanzo “Per Luigi non odio né amore”, prof. Palumbo leggi tutto...
IMAGE XVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Dopo il discorso delle parabole del Regno, lette durante la liturgia delle due precedenti domeniche, Gesù percepisce il fallimento della sua predicazione presso Israele e fa un ultimo tentativoper far vedere, ai suoi correligionari di essere... leggi tutto...
IMAGE Rafinha: “Giovinazzo è un pezzo del mio cuore”

«Al cuore non si comanda». Ha commentato così sui social Rafael Augusto Lanziotti il rinnovo del contratto fino al 2021 con il G. S. Giovinazzo Calcio a 5. Una storia d’amore che dura ormai da quattro stagioni quella tra il giocatore... leggi tutto...
 

Stufano: “Il collegiale nazionale? Un inno alla normalità"


Foto 23 luglio

 

La ginnastica ritmica alla conquista della normalità, pezzo dopo pezzo.
Prima le lezioni in videoconferenza, poi quelle in presenza, adesso l’allenamento collegiale nazionale estivo del Gruppo di Alta Specializzazione.
Tra le 14 convocate dalla direttrice tecnica nazionale Emanuela Maccarani e dalla responsabile delle squadre nazionali individualiste Elena Aliprandi anche due giovani farfalle dell’Iris: la giovinazzese Irene Carbonara e la barlettana Maria Dell'Aquila, entrambe del 2005.
Le due ginnaste, le uniche in rappresentanza della Puglia, hanno partecipato all’allenamento svoltosi dal 12 al 19 luglio a Desio e guidato dallo staff tecnico della FGI composto dalla responsabile Laura Zacchilli, Svetlana Durdenevskaya, Marisa Stufano e dal coreografo Vito Mazzeo.
«L’allenamento collegiale - spiega Stufano - era composto da due sedute giornaliere: una mattutina e una pomeridiana. Le ginnaste hanno svolto una preparazione generica: sia individuale che per la squadra, accompagnata da una preparazione coreografica e con tutti gli attrezzi. Il clima era estremamente sereno e, come sempre, nel rispetto del protocollo».

Un tassello senza dubbio molto prezioso nel cammino di Carbonara e Dell’Aquila.
«Sono due ginnaste tecnicamente molto preparate, molto solide. A fine collegiale erano doloranti, affaticate, ma contente.
Gli allenamenti sono stati un’esperienza molto positiva e hanno segnato un ritorno alla normalità perché per una ginnasta il collegiale fa parte della normalità.
Ma non solo: ginnaste provenienti da più regioni, da Nord a Sud, si sono potute nuovamente incontrare, allenare e confrontare insieme. Un momento di apprendimento importante per tutte».

Un confronto costruttivo non solo per le giovani farfalle, ma anche per i componenti dello staff tecnico.
«C’era un’ex olimpionica come la Zacchilli, la tecnica russa con tutto il suo bagaglio di esperienza e Mazzeo primo ballerino ad Amsterdam. Dall’incontro di tutti questi percorsi non si può che tornare arricchiti».

Una condivisione sia tra le atlete che tra i tecnici che certamente è mancata alla ginnastica ritmica, ma che adesso sembra una piccola grande conquista, con tutto l’entusiasmo e la bellezza della prima volta.

Commenti

  • Nessun commento trovato