IMAGE DEPALMA IMPONE LE REGOLE PER GODERE DELLA VILLA ...

Con la riapertura al pubblico della Villa Comunale, completamente restaurata, Depalma ha emanato un’Ordinanza, stilata dal Comando di Polizia Locale, per mezzo della quale ha imposto delle precise regole per godere degli ampi spazi a giardino e di quelli... leggi tutto...
IMAGE II DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Il profeta l'aveva preannunciato:« Io ti renderò luce delle nazioni, perché porti la mia salvezza fino all'estremità della terra». leggi tutto...
IMAGE BONUS FAMIGLIA 2020

I principali provvedimenti in materia di famiglia previsti dalla Legge di Bilancio leggi tutto...
IMAGE CARICATO INDICA LA STRADA: "UMILTA' E TANTA VOGLIA DI...

.. Una sfida in salita. Una missione difficile e faticosa quella affidata a Nino Caricato chiamato alla guida dell’AFP Giovinazzo nel girone F di serie B di hockey su pista. I biancoverdi hanno perso 2-0 contro il Salerno, ma non è la prima di... leggi tutto...
IMAGE Il globo ai comandi del computer

Sabato 11 Gennaio 2020 si è riaperto l’anno della Scuola di Democrazia(1) con il quarto incontro che ha visto il professor Giuseppe Pirlo, non tanto impegnato in una lezione cattedratica, quanto simpaticamente coinvolto in una chiacchierata con il... leggi tutto...
 

G.S. Giovinazzo C5: nuovi giocatori, ma stessa vogliA di vincere


 

Foto 1

 

Aria di cambiamenti in casa del G.S. Giovinazzo Calcio a 5 che si appresta ad affrontare il ritorno nel girone G di serie B. Dieci incontri che già da gennaio potrebbero iniziare a svelare i verdetti del campionato.

D’altronde non potrebbe essere altrimenti con due squadre, Capurso e Chaminade, in vetta alla classifica con 23 punti e il Giovinazzo lì, a sole due lunghezze di distanza, pronto ad approfittare di ogni minimo passo falso degli avversari. E a seguire ecco il Canosa con 19 punti.

Partiti Gómez, Marolla, Morgade, Priori e Roselli, sono arrivati Carlo Angiulli, Gabriel Focosi Eller, Ferdinando Termine ed è tornato Luigi Giancola. Una «nuova era» ha vaticinato l’allenatore Magalhanes alla vigilia della trasferta di Venafro. «Vorrei vedere- ha affermato il tecnico brasiliano nella nota stampa diffusa dalla società- una squadra più equilibrata e più tranquilla rispetto al passato, ma non sarà facile». Vittoria con risultato tennistico in Molise (6-0) per i biancoverdi rinforzati da Angiulli e Termine e con Focosi Eller in gol all’esordio.

Un “nuovo inizio” sancito dal terzo successo di fila per Rafinha e compagni seguito da una larga vittoria contro il Free Time Aquila (10-4). Non altrettanto bene, invece, in Coppa Italia con il pareggio (6-6) in casa contro il Canosa che non permette ai giovinazzesi di accedere al turno successivo. Terminato così il 2019, il G.S. Giovinazzo C5 è ora atteso da un gennaio impegnativo nel quale sarà chiamato a conquistare l’intera posta in palio sia in casa con il Torremaggiore, sulla carta uno degli avversari meno ostici, che con il Real Dem in trasferta, prima di ospitare il Molfetta all’inizio di febbraio.

Nel frattempo i giocatori hanno ripreso gli allenamenti. Grande la fame di risultati e tanta la voglia di inserirsi al più presto nei meccanismi della squadra da parte dei nuovi arrivati. Ben due i calcettisti provenienti dal Futsal Bisceglie: Carlo Angiulli (nella foto che segue), ala-pivot mancina classe ’95, e Ferdinando Termine, universale classe ’94.

 

Foto 2

 

Il primo selezionato, nella stagione 2016/2017, per il raduno della Nazionale italiana, si augura di tornare a vestire la casacca azzurra «Vorrei arrivare il più lontano possibile con questa maglia– ha dichiarato Angiulli al suo arrivo- e, magari, ritornare in Nazionale». Prima di vestire i colori del Bisceglie, il calcettista ha militato a lungo nel Salinis, in A2, per poi giocare nel Canosa (in serie B) e nella Polisportiva Sammichele (in serie A2). Mancino, una dote di pochi, Angiulli ha tanto entusiasmo e alla sua nuova tifoseria si descrive così «Mi piace giocare – ha dichiarato- sia con la faccia rivolta alla porta che di spalle. Ho scelto il Giovinazzo C5 per il progetto societario e per l’ambizione che ha sempre avuto questa società. Mi auguro di contribuire a raggiungere gli obiettivi prefissati dal presidente Antonio Carlucci, conquistando una categoria come quella della serie A2 che questa piazza merita da tempo». Una serie in cui il Futsal Bisceglie già milita, ma che ad Angiulli non è costato lasciare per scendere non solo 20 chilometri più a sud, ma anche di categoria. «Purtroppo la prima parte di stagione con il Futsal Bisceglie è terminata molto presto per varie problematiche e quindi ho scelto di non proseguire con un club che comunque ringrazio per la fiducia datami. Nelle mie esperienze sportive precedenti – ha affermato- ho avuto sia stagioni positive che negative, ma in entrambi i casi ho sempre cercato di imparare. Finalmente, ora, mi trovo in una realtà competitiva e solida tale da permettermi veramente di mettermi in gioco e darò più del massimo per ottenere ciò che vogliamo tutti noi. Personalmente vorrei arrivare il più lontano possibile con questa maglia». Sognando il ritorno in A2, stavolta con il Giovinazzo, ed anche quello in azzurro.

Motivazioni molto forti anche per Termine. Il centrale difensivo classe ’94 ha già le idee chiare « Voglio vincere il campionato di serie B, andare in serie A2 e faremo tutto il possibile per riuscirci – ha dichiarato nel comunicato stampa diffuso al suo arrivo-. Ci prendiamo la responsabilità di provare a lottare per il primo posto del girone G». E per far questo Termine conosce già la strada da intraprendere « Dobbiamo puntare sulla continuità di risultati e sono convinto che possiamo farlo». Per lui la passione con il futsal è sbocciata solo in un secondo momento, prima infatti Termine ha giocato a calcio militando nel settore giovanile del Bari dai 9 ai 18 anni prima di vestire la maglia dell’Alto Tavoliere San Severo, dell’Unione Sportiva Fornelli, del Real Gioia e del Gravina. A 20 anni, invece, ha iniziato a giocare a calcio a 5 con il Salinis per cinque anni e poi con il Futsal Bisceglie sempre in serie A2. «Sono un centrale con caratteristiche difensive – spiega Termine –, ho un buon palleggio ed uso il destro come piede preferito. È la prima volta che disputo la serie B – conferma - un campionato molto impegnativo e fisico, e non vedo l’ora di confrontarmi con tante squadre importanti. Noi non facciamo la corsa su nessuno, ma portiamo avanti la nostra idea di gioco per esprimerci al massimo». Ma non solo. L’ex biscegliese pensa già a conquistare i tifosi. «Chi vincerà il campionato di serie B e andrà in serie A2 rimarrà per sempre nel cuore di tutti i giovinazzesi e io voglio essere uno di loro». Suo uno dei gol contro il Free Time Aquila.

 

Foto 3

 

In rete sin da subito, anche se il primato del gol tra i nuovi arrivati spetta a Gabriel Focosi Eller. Sua, infatti la rete all’esordio con la nuova maglia contro il Venafro. Un biglietto da visita che parla da sé. Il laterale classe ’98 sa ricoprire anche il ruolo di pivot ed è giunto alla corte di Magalhaes in prestito dal Barletta C5 sino a fine stagione. Dopo aver centrato l’obiettivo promozione con i biancorossi nel 2016, il brasiliano non vede l’ora di concedersi il bis: «Ho avuto tante opportunità di andare ovunque- ha spiegato appena giunto a Giovinazzo- ma ho privilegiato un campionato importante come quello di serie B ed una società ambiziosa come il Giovinazzo C5. Sono molto felice di essere qui, mi hanno veramente voluto con forza ed hanno grande fiducia in me. La serie B è un grande campionato, voglio aiutare il Giovinazzo C5 a vincerlo. A Giovinazzo – continua Focosi Eller - ho incontrato Rafinha, un grande amico: mi ha parlato molto bene della società e dei tifosi. Chiede molto a se stesso e a tutti gli altri e con lui ho trovato subito un grande feeling, visto che abbiamo entrambi la stessa passione e soprattutto la stessa voglia, che è quella di vincere».

Chiude, solo in ordine cronologico, il poker di arrivi Luigi Giancola. Il centrale difensivo e laterale classe ’90 ritorna a Giovinazzo, dove ha già giocato nel 2015, dal Diaz Bisceglie. Campione regionale under 18, ha disputato la successiva fase nazionale ed ha ricevuto anche una convocazione nella rappresentativa under 21.«Cerco sempre di recuperare palloni- dichiara Giancola- fare pressing ed aiutare la squadra, sempre e comunque. Daremo tutto in campo perché Giovinazzo merita altri palcoscenici. Io mi auguro che il Giovinazzo C5 possa raggiungere l’obiettivo prefissato: vincere il campionato di serie B. Per me, poi, che non ho mai vinto un campionato di serie B, sarebbe bellissimo traguardare questo obiettivo per il presidente Antonio Carlucci e per gli splendidi tifosi. Io, dal mio canto, cercherò di inserirmi il prima possibile negli schemi di gioco di Marcello Magalhaes e farò tutto il possibile per ritagliarmi il mio spazio ed essere d’aiuto alla squadra».

Molta carica e tanto entusiasmo per i nuovi acquisti, che proprio come tutti gli altri giocatori, faranno di tutto per centrare l’obiettivo tanto ambito. Nel frattempo, in attesa del campionato, il Giovinazzo C5, insieme alla cooperativa Anthropos Bitonto-Giovinazzo e all'associazione Gargano 2000 e in collaborazione con l'Inter Club Giovinazzo, ha dato vita, nel giorno dell’Epifania, alla seconda edizione della “Partita del Cuore” in occasione della Festa del Futsal promossa dalla Divisione Calcio a cinque. Sport, solidarietà e condivisione per iniziare al meglio il nuovo anno in attesa di sabato 18 gennaio quando alle ore 16 i biancoverdi ospiteranno la Polisportiva Torremaggiore.

Commenti

  • Nessun commento trovato