IMAGE IRIS PIGLIATUTTO ALL'INDIVIDUALE GOLD ALLIEVE

Iris pigliatutto al Campionato Individuale Gold Allieve per le zone tecniche 3, 4 e 5. Porta bene la Sardegna al sodalizio presieduto da Nico Di Liddo che conquista non uno, ma ben due titoli interregionali. A trionfare stavolta Sara Brunetta e Giorgia... leggi tutto...
IMAGE MAGICA SINTONIA DI VIOLINISTE

Straordinaria esibizione musicale presso l’auditorium Odeion di via delle Filatrici leggi tutto...
IMAGE PARCO DELLA RIMEMBRANZA: S.O.S. PER I LECCI A RISCHIO...

Appena l’8 luglio scorso con un mio scritto del titolo - “Anche i lecci di Piazza della Rimembranza minacciati da una forma di Xylella”-, consultabile su link a margine indicato, ho rappresentato, anche documentandola, la sofferenza che alcune... leggi tutto...
IMAGE XXXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Il Vangelo di oggi ci fa riflettere su una questione essenziale: la fede nella risurrezione. leggi tutto...
IMAGE G.S. GIOVINAZZO CALCIO A 5:E' L'ORA DI SUPERSTINO

Tagliare i capelli e non perdere la forza come accadde a Sansone, ma anzi, diventare ancora più forte. Lui è Ernesto Di Capua, per tutti “Stino”, portiere del G.S. Giovinazzo Calcio a 5. Un nome risuonato a gran voce in un... leggi tutto...
IMAGE LA GREENWAY CITTADINA: UNA ESECUZIONE DAGLI ESITI...

Dopo una folta rassegna di scritti, riguardo alla contestata “GREENWAY CITTADINA” (consultabili su link a margine indicati), sono costretto a tornare sull’argomento per impressionare le gravi incongruenze che l’esecuzione della complessa... leggi tutto...
 

Il campione del mondo Ballan a Giovinazzo


Foto 86

 

Il campione del mondo Ballan a Giovinazzo. Si è trattato di un saluto fugace in occasione di un evento culturale tenutosi venerdì 25 ottobre. Una vera e propria istantanea nella sala San Felice, in compagnia del sindaco Tommaso Depalma. Solo qualche minuto, il tempo sufficiente a far immergere i presenti nell’atmosfera del prossimo Giro d’Italia che vedrà Giovinazzo tappa di partenza domenica 17 maggio 2020.
Un evento sportivo che non ha bisogno di presentazioni proprio come Alessandro Ballan, ex ciclista su strada, campione del mondo in linea nel 2008 a Varese e vincitore del Giro delle Fiandre nel 2007, oggi commentatore tecnico per la Rai. Protagoniste sul piccolo schermo le stesse classiche su pavé che prima ha vissuto in sella alla sua bici e che ora, nella sua seconda vita sportiva, commenta dietro ad un microfono. Due ruoli molto differenti, ma entrambi fedeli alla sua dedizione al ciclismo, tuttora molto intensa, come si evince anche dal breve scambio di battute all’uscita dalla sala San Felice.

Non sono stato molte volte in Puglia – esordisce Ballan- e non ho mai avuto modo di fermarmi in questa splendida terra. Adesso che ne ho avuto la possibilità, ho incontrato persone che nutrono una grande passione per il ciclismo. Mi fa molto piacere trovarmi qui proprio all’indomani dell’ufficializzazione del calendario del Giro d’Italia. Sono contento che Giovinazzo sia una delle sedi di partenza: è una paese bellissimo e ha tutte le caratteristiche per essere città di tappa oltre ad avere una piazza molto bella e vicina al mare”.

Certamente una cornice suggestiva per un evento così importante, ma anche un segnale forte scegliere di fissare, nel corso degli anni, sempre più tappe della grande corsa rosa al Sud.
Abbiamo la fortuna di vivere in un Paese bellissimo e con un paesaggio molto vario che va dalle montagne al mare. Un patrimonio che tutto il mondo ci invidia e che il Giro d’Italia valorizza al meglio”.

Giro d’Italia quindi vetrina dell’intera Penisola ma anche termometro di uno sport sempre molto seguito e praticato. Tanti infatti gli appassionati di ciclismo, anche a Giovinazzo. Quale consiglio sente di dar loro, lei che sulle due ruote ha collezionato così tante vittorie?
Devo molto a questo sport, e non mi riferisco solo ai successi che ho conseguito in sella alla mia bici. Il ciclismo è uno stile di vita, un insegnamento. Per tutto il giorno sono a contatto con chi pedala e mi rendo conto che anche chi non ha ottenuto i miei stessi risultati ha veramente un modo diverso di affrontare la vita. Il ciclismo infatti è uno sport duro che ti mette alla prova. Ai ragazzi consiglio di dare sempre il massimo e, che ci riescano o no, tutti potranno trarre beneficio da questi sacrifici per affrontare al meglio la vita di tutti i giorni”.

Salite, discese, rettilinei, piccoli e grandi ostacoli, cadute e risalite.
Lo sport perfetta metafora della vita e allo stesso tempo fedele compagno di viaggio. Perché che sia ciclismo, calcio, pallavolo o nuoto, l’importante è mettersi in gioco e impegnarsi al massimo. Costerà fatica, tempo e non sarà per niente facile, ma non ci sarà un maestro di vita migliore dello sport

Commenti

  • Nessun commento trovato