IMAGE Carelli: “Vi racconto il mio amico De Giorgi”

“Ferdinando de Giorgi? Un ragazzo eccezionale. Ho giocato con lui ad Ugento per quattro anni, lo conosco molto bene”. Esordisce così Michele Carelli bitontino d’origine, ma giovinazzese d’adozione, attualmente direttore tecnico della Don... leggi tutto...
IMAGE Nicola Giotti insignito del premio Dea Ebe

“(…) Tre generazioni per oltre 70 anni di traguardi, promozione delle tradizioni, innovazione e successi, creando veri e proprio “gioielli di cioccolato”. Grazie alla caparbietà e alla professionalità di Nicola Giotti... leggi tutto...
IMAGE “In vino veritas”: Fallacara in nomination come...

Nomination come miglior attore protagonista per il giovinazzese Fabrizio Fallacara al Lima Web Fest.Una segnalazione prestigiosa giuntagli grazie alla sua interpretazione magistrale in “In vino veritas”, la quarta webserie del regista ruvese Michele... leggi tutto...
IMAGE XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Gesù è in cammino con i suoi discepoli e parla loro in segreto della sua passione ormai prossima. leggi tutto...
IMAGE Un inizio sprint per l’ASD Ginnastica Ritmica Iris a...

Tornano a volare le giovani atlete dell’ASD Ginnastica Ritmica Iris. La nuova stagione è cominciata dal Palazzetto dello Sport “William Ingrosso” di Taviano, dove sabato 11 e domenica 12 si sono svolte le prime prove regionali.... leggi tutto...
IMAGE Nel Week-Hands 2hands e FAI insieme per il territorio

Una mattinata all’insegna del movimento, del buon cibo, della storia giovinazzese e della tutela ambientale. Si è svolto così, tra le bellezze paesaggistiche e le delizie della tavola, il secondo appuntamento di Week-Hands, previsto... leggi tutto...
 

ANCORA RISCONTRI POSITIVI PER GLI STUDENTI DEL LICEO “MATTEO SPINELLI”.


liceo spinelli giovinazzo 11

 

Si è conclusa per la scuola italiana un’altra annata difficile, anche più della precedente, a causa del perdurare dell’emergenza della pandemia da Covid 19 e delle molteplici sfide legate alla didattica digitale integrata. Ancora una volta il Liceo “Matteo Spinelli”, sede giovinazzese dell’IISS “Amerigo Vespucci” di Molfetta diretto dal prof. Carmelo D’Aucelli, ha mantenuto alto il livello degli apprendimenti, offrendo inoltre all’utenza e alla cittadinanza ulteriori occasioni di apprendimento e approfondimento grazie alle conferenze e alle presentazioni di libri svolte on line, caratterizzate dalla partecipazione di un pubblico numeroso e attento.

Sono terminati a fine giugno gli esami di Stato, che hanno veduto impegnate le classi VA, dell’indirizzo classico, VB e VC del Liceo scientifico tradizionale. Il Liceo “Spinelli” presenta anche una sezione del Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate, costituita, nell’a.s. 2020/2021, dalle classi dalla prima alla terza. Gli studenti hanno confermato l’estrema positività dei risultati delle annate precedenti, nel solco di quella che è ormai una consolidata tradizione del Liceo “Matteo Spinelli”. Sono stati conseguiti ben diciotto 100/100, di cui cinque con lode. I nominativi di questi ultimi saranno inseriti nell’albo nazionale delle eccellenze. In linea generale, comunque, i discenti hanno affrontato gli esami di Stato con maturità e competenza, facendo registrare esiti lusinghieri e confermando l’elevato livello di preparazione garantito dall’Istituto.

Altro importante traguardo, come segnala con soddisfazione la prof.ssa Pasqua Triggiani (funzione strumentale Interventi e servizi per gli studenti e le famiglie – Giovinazzo), è l’ammissione, per il terzo anno consecutivo, questa volta di ben quattro giovanissimi allievi del “Matteo Spinelli” ai corsi di orientamento universitario organizzati dalla Scuola superiore Sant’Anna, in collaborazione con la Scuola Normale Superiore e la Scuola IUSS di Pavia. Fruitori dei corsi sono stati le studentesse Sophia Altieri e Valeria Drago, della classe IVA indirizzo Classico, Gaetano Fiorentino della IVB e Mariarosaria Deceglie della IVC, indirizzo Scientifico tradizionale.

Entusiasti gli studenti per la possibilità loro concessa. “L’opportunità offertaci di frequentare questo corso di orientamento è stata altamente formativa. Nonostante la modalità a distanza, infatti, essa ha coinvolto attivamente noi studenti nell’interazione e nella discussione con i docenti, con studenti universitari e con i nostri compagni riguardo ai più vari argomenti trattati, tutti con un occhio alla modernità e in prospettiva di crescita per il futuro, che è ciò che interesserà noi future generazioni alle prese con le questioni globali” (Gaetano Fiorentino)

Numerose le lezioni seguite, che spaziano da ingegneria del rischio a medicina, da giurisprudenza al diritto pubblico comparato e poi ancora neurologia, immunologia, fisica, bioingegneria industriale, fisica, storia dell’arte, scienze politiche, matematica e pensiero della sostenibilità. “È stata una bella esperienza – commenta la rappresentante d’Istituto Valeria Drago – per quanto riguarda le lezioni frontali, che erano piuttosto varie e interessanti, ma soprattutto sono stati utili gli incontri con gli studenti, che si sono mostrati anche molto disponibili. È stata un’occasione che ci ha permesso di comprendere come funziona il sistema universitario e quali opportunità ci attendono”

Molto positivo anche il bilancio di Sophia Altieri: “Trascorrere questi tre giorni alla Scuola di Orientamento Universitario è stata una bellissima esperienza. Ho potuto partecipare a differenti lezioni di tutti i tipi di discipline che mi hanno permesso di iniziare a conoscere il mondo universitario, avendo anche la possibilità di ampliare il mio bagaglio di conoscenze. Sono stati tre giorni ricchi di stimoli, di passione e di riflessione, in cui attraverso il dialogo con i professori, ma anche con gli studenti, mi sono resa conto delle diverse possibilità di scelta che ho per costruire il mio futuro”. Felice del percorso compiuto Mariarosaria Deceglie: “È stata un’esperienza molto formativa, in quanto mi ha permesso di comprendere come si svolge la vita universitaria e collegiale. Seguire le diverse lezioni mi ha anche reso più sicura sulla mia futura scelta universitaria: parlare con gli studenti provenienti da altre scuole d’Italia, inoltre, mi ha permesso di risolvere molti dei miei dubbi. Grazie a questo corso è nato in me un interesse nei confronti della vita collegiale, che spero di poter coltivare”.

Ancora una volta quindi studenti del “Matteo Spinelli” hanno avuto accesso a un’opportunità importante, riservata a pochi ragazzi, accuratamente selezionati, provenienti da tutta Italia. Esprimono soddisfazione per questo risultato il Dirigente scolastico, prof. Carmelo D’Aucelli, la prof.ssa Patrizia Petta, sua collaboratrice, la già citata prof.ssa Triggiani, il prof. Fabio Caruso, Responsabile della progettazione didattica e controllo dell’erogazione del servizio, e tutta la comunità liceale.

Commenti

  • Nessun commento trovato