IMAGE Suspance, mistero, sogni e realtà

Sul palco di via delle Filatrici si dialoga con l’autore del romanzo “Per Luigi non odio né amore”, prof. Palumbo leggi tutto...
IMAGE XVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Dopo il discorso delle parabole del Regno, lette durante la liturgia delle due precedenti domeniche, Gesù percepisce il fallimento della sua predicazione presso Israele e fa un ultimo tentativoper far vedere, ai suoi correligionari di essere... leggi tutto...
IMAGE Rafinha: “Giovinazzo è un pezzo del mio cuore”

«Al cuore non si comanda». Ha commentato così sui social Rafael Augusto Lanziotti il rinnovo del contratto fino al 2021 con il G. S. Giovinazzo Calcio a 5. Una storia d’amore che dura ormai da quattro stagioni quella tra il giocatore... leggi tutto...
IMAGE L’importanza della donazione del sangue: a tu per tu...

Un elemento costante di quotidiana attualità è la richiesta, la necessità quasi sempre a carattere di urgenza, di sangue in modo particolare durante la stagione estiva. Purtroppo l’estate a volte, con i suoi periodi di vacanza,... leggi tutto...
IMAGE XVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

La liturgia odierna potrebbe benissimo Chiamarsi "domenica della saggezza". leggi tutto...
IMAGE Stufano: “Il collegiale nazionale? Un inno alla...

La ginnastica ritmica alla conquista della normalità, pezzo dopo pezzo.Prima le lezioni in videoconferenza, poi quelle in presenza, adesso l’allenamento collegiale nazionale estivo del Gruppo di Alta Specializzazione.Tra le 14 convocate dalla... leggi tutto...
 

"Solo un NOI può opporsi alle mafie ed alla corruzione”.


download

 

La settimana scorsa Giovinazzo è stata sconvolta dall’indagine dei Carabinieri del comando provinciale di Bari, avente come spiacevoli ‘’protagonisti’’, per partecipazione e concorso esterno in associazione mafiosa, due carabinieri in servizio presso la caserma di Giovinazzo, un commerciante locale ed un affiliato al clan DiCosola: i quattro sono stati arrestati. Le accuse sono gravi e, secondo le indagini, sarebbero frutto di attività corruttive perpetrate per diversi anni.
Quello che ci preme sottolineare, come PRESIDIO MICHELE FAZIO LIBERA- Giovinazzo, è che evidentemente il “paesino tranquillo” in cui la vita scorre serena probabilmente non esiste. Le mafie si infiltrano facilmente e subdolamente in tutti i settori della società raggiungendo anche i luoghi delle istituzioni, corrompendo e ricattando senza lasciare nulla al caso. Per questo, come PRESIDIO, promettiamo maggiore impegno per quanto riguarda la formazione e sensibilizzazione, soprattutto con i giovani e chiediamo una maggiore vigilanza ed attenzione a tutte le istituzioni, associazioni, cittadini e partiti presenti sul nostro territorio.
In momenti come questo, ci rendiamo conto di quanto ci sia ancora da fare.
Esortiamo chi dentro e fuori le istituzioni lotta con coraggio contro l’illegalità affinchè si continui ad essere resilienti.
Consapevoli che “solo un NOI può opporsi alle mafie ed alla corruzione”.

Commenti

  • Nessun commento trovato