IMAGE IL PASTICCIACCIO BRUTTO DELL’UFFICIO TECNICO

Giochi di potere da "fine impero" sulla pelle dei cittadini e dei dipendenti leggi tutto...
IMAGE “L’Omino di Giovinazzo”: Aguinaldo Perrone sulle...

Esce oggi “L’Omino di Giovinazzo”, il libro di Aguinaldo Perrone edito da Graphe.it. Studioso da diversi anni di cartellonismo, “l’arte della pubblicità” come lui stesso ama definirla, Perrone torna a documentare la... leggi tutto...
IMAGE III DOMENICA DI TEMPO ORDINARIO

E’ questa la terza domenica del tempo ordinario, quella che Papa Francesco nella lettera apostolica Aperuit Illis ha stabilito e denominata : Domenica della Parola. leggi tutto...
IMAGE L’argentino Mura si presenta: “Dribbling e gol per...

È Correa Mura Federico Leandro il nuovo acquisto dell’AFP Giovinazzo. Un colpo a sorpresa per la società del presidente Dino Camporeale che adesso potrà contare anche su di lui per poter affrontare al meglio il girone B di serie... leggi tutto...
IMAGE Foletto: “Primo posto? Noi puntiamo al meglio”

Una città nel pallone. Si è svegliata così Giovinazzo all’indomani della vittoria del G.S. Giovinazzo Calcio a 5 sul Regalbuto. Tre punti importantissimi che hanno permesso al sodalizio del presidente Antonio Carlucci di fare un balzo... leggi tutto...
IMAGE Amendolagine: “Che emozione giocare di nuovo in...

«Il ritorno è stato un carico di emozioni». Queste le prime parole del giovinazzese Pierluigi Amendolagine (nella foto di Roberta Mirabile) tornato quest’anno a giocare nella massima serie italiana. Per lui, hockeista nato tra le fila... leggi tutto...
 

Nirchio batte il suo Home Run: “Vi aspetto stasera alla Vallisa”


Foto 1 2021 11 23T224911.269

 

«Speriamo che anche questo mio scritto possa poi diventare uno spettacolo». Era questo l’augurio con cui Damiano Nirchio aveva concluso la sua intervista su “Home run” con inCittà Giovinazzo lo scorso giugno. E così è stato: da testo pluripremiato a spettacolo teatrale, “Home run” scritto proprio dal drammaturgo, regista e attore giovinazzese sta finalmente per vedere la luce, anzi le luci del sipario. La prima, del progetto di Senza Piume Teatro in collaborazione con la Compagnia Diaghilev, è fissata per oggi, mercoledì 24, alle 21 presso l’Auditorium Diocesano La Vallisa. Grande soddisfazione ed entusiasmo per Nirchio che, insieme ad Anna De Giorgio, ne ha curato la regia. Sul palco gli attori Alessio Genchi e Vincenzo Zampa (nella foto di Alice Palermo) che interpretano i due protagonisti al centro di una trama avvincente e ricca di colpi di scena.

Molta l’attesa per la prima messa in scena alla Vallisa di un testo che, prima ancora di diventare uno spettacolo teatrale, aveva già ricevuto diversi riconoscimenti. Basti pensare che “Home run” è stato finalista al “Premio InediTO- Colline di Torino” e si è classificato secondo al Premio “Autori Italiani”, nella sezione “Due personaggi”, indetto dalla storica rivista “Sipario”.
Un vero e proprio “fuoricampo”, proprio come indicato nel titolo, quello messo a segno dall’autore giovinazzese che adesso aspetta solo la consacrazione del pubblico. E pensare che il testo era nato quasi per caso, da una scommessa fatta con due amici attori.

Foto 2 65 linus

E due anche i trentenni protagonisti di “Home Run”. A fare da sfondo una grande città del Nord in cui i protagonisti vivono cercando di sbancare il lunario e facendo lavoretti qua e là. Nirchio, ispirandosi alle opere di John Steinbeck, delinea un racconto molto realistico e attuale legato soprattutto al mondo del lavoro.
Tematiche importanti sul palco, ma anche sorrisi grazie alle innumerevoli situazioni grottesche in cui si dipana la trama in un connubio coinvolgente tra dinamiche sociali e materie esistenziali.

Insomma una ghiotta occasione per tornare a teatro e lasciarsi trasportare dalla penna sapiente dell’autore giovinazzese.
«Il testo -ha dichiarato Nirchio- comincia ad incontrare il pubblico attraverso lo studio teatrale: non un vero e proprio spettacolo, ma una prima messa in scena. Sul palco ci saranno Genchi e Zampa, due giovani attori del panorama nazionale che ritornano a Bari proprio per “Home Run”».
Questo l’invito da parte del regista giovinazzese al pubblico, un pubblico che per tanto tempo è stato privato di tutto questo e che ora, invece, può finalmente tornare a emozionarsi con e per il teatro.

Commenti

  • Nessun commento trovato