IMAGE L'ASD IRIS TORNA IN PALESTRA

«Al momento si stanno allenando le ginnaste che partecipano alla serie A e le ragazze del restante settore agonistico – afferma la direttrice tecnica dell’ASD Ginnastica Ritmica Iris Marisa Stufano- Si tratta di 19 atlete circa... leggi tutto...
IMAGE Cultural- Mente: “Progetto Socrate” combatte il...

“Combattiamolo col talento”: questo l’hastag di “Cultural- Mente”, l’iniziativa promossa sui suoi profili facebook e instagram dall’associazione culturale “Progetto Socrate” presieduta da Savino Alberto... leggi tutto...
IMAGE Celebrazioni Eucaristiche presso la Chiesa di San...

Mossi dalla necessità di consentire in tutta sicurezza il raduno della nostra comunità confraternale, presso la Chiesa di San Giovanni Battista, per celebrare l’Eucarestia, abbiamo deciso di riprendere la pratica liturgica prefestiva, a... leggi tutto...
IMAGE ASCENSIONE Di NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO

Nell'arco di non pochi giorni i discepoli del Signore sono passati dalla disperazione alla speranza, dall'angoscia alla gioia. leggi tutto...
IMAGE Futsal: stop al campionato, ora occorre deciderne gli...

Il dado è tratto. Il Consiglio Federale tenutosi lo scorso 20 maggio ha sancito ufficialmente lo stop definitivo ai campionati dilettantistici, compresi quelli di calcio a 5. Ora che la decisione è stata presa, la richiesta da parte dei presidenti... leggi tutto...
IMAGE ODEION: UN ANNO DI EMOZIONI

Il 25 maggio l’Odeion compirà il suo primo anno di vita. L’auditorium, casa della Fondazione socioculturale intitolata a “Gioacchino Defeo e Teresa Trapani”, festeggerà il suo primo anniversario. A porte chiuse... leggi tutto...
 

Tutto è in relazione: l’ecologia integrale


foto osservatorio 1

 

Il quinto incontro del terzo anno della Scuola di Democrazia, promossa dalla Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi (Osservatorio per la Legalità e per la difesa del Bene Comune di Giovinazzo, Azione Cattolica Diocesana, Ufficio Pastorale Sociale e del Lavoro e Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali) e dall'associazione Cercasi un Fine - Onlus, si è svolto sabato 8 febbraio presso i locali della Parrocchia Immacolata di Giovinazzo. La relazione è stata condotta con particolare autorevolezza dal prof. Simone Morandini, Vicepreside dell’Istituto di studi Ecumenici “ San Bernardino” di Venezia. Laureato in Fisica, è docente di matematica e fisica presso il Liceo “M. Foscarini” di Venezia. Il prof. Morandini è anche un teologo esperto e profondo conoscitore della Teologia Cristiana e Cattolica. La conoscenza degli argomenti scientifici e gli approfondimenti delle tematiche teologiche fanno del docente un esperto conoscitore dei complessi rapporti fra scienza e fede. La sua formazione scientifica gli ha permesso, infatti, di dialogare con i corsisti in maniera diretta, semplice e facilmente comprensibile, nonostante l’evidente difficoltà degli argomenti trattati.
Anche in questa relazione il docente ha preso in esame l’Enciclica di Papa Francesco: “Laudatosi’” ( 2015). Estremamente motivante è stato ascoltare il fisico Morandini descrivere, con parole povere ed esempi eclatanti, la complessità del problema dei cambiamenti climatici che affliggono la Terra. Il teologo Morandini ha così proposto chiavi di letture antropologiche per affrontare direttamenteil problema .
Il docente ha voluto esaltare l'aspetto sociale dell'enciclica suddetta: enciclica pensata e scritta per parlare a tutti gli abitanti della Terra, indipendentemente dalla fede religiosa professata o dalle ideologie seguite, dai territori in cui si vive, dal lavoro svolto. L’enciclica parla a quegli uomini che hanno voglia di ascoltare l’allarme di un pianeta in forte crisi ecologica. Le relazioni che mantengono insieme le condizioni base per la vita sulla Terra sono come dei legami atomici; solo una rete fitta di legami e relazioni mantiene solida e resistente la rete. Evidente risulta il ruolo dell'uomo nel mantenere intatti questi legami che rendono possibile l'equilibrio: l'uomo deve vivere sulla Terra prendendosi cura anche dei suoi beni. L'ecologia Integrale è la risposta non solo teologica che Papa Francesco sceglie per tutelare le diverse relazioni del sistema Terra: concetto questo, partorito dalla Chiesa già diversi anni fà, ma concretizzato ed esplicitato limpidamente dal Papa nell’enciclica che richiama tutti gli uomini a cogliere il senso della relazionalità e pluridimensionalità di ogni nostro singolo comportamento per ripensare in maniera seria al concetto del "Bene comune ". Esemplari e disarmanti sono le parole con cui Papa Francesco mette in contrasto lo stupore che si prova nell'ammirare le bellezze della natura e il grido di profonda sofferenza che la natura emette nel momento in cui viene colpita, attaccata, sfruttata, violentata.
E' stata una lezione molto intensa, ma resa comprensibile e piacevole dal prof. Morandini che ha saputo trasmettere a tutti i corsisti una prospettiva teologica e antropocentrica sulle relazioni che hanno portato il mondo cattolico a ripensare e far proprio il concetto di ecologia interale: ecologia come rivoluzione copernicana del nostro modo di vivere.

foto osservatorio 2

Al termine della lezione sono intervenute tre giovani scout giovinazzesi che hanno arricchito l'incontro con la presentazioni di due pratiche virtuose che sono state realizzate in Italia nel corso degli ultimi anni: Il Bosco Verticale di Milano e l'Orto collettivo di Genova. Piccoli esempi proveniente dalle nostre realtà che ci dimostrano come, con un po’di impegno, la rivoluzione richiesta dal Papa è alla portata di tutti.
Il prossimo appuntamento è fissato per il 14 Marzo prossimo con Don Michele Pace (direttore dell’Ufficio di Pastorale e Sociale del Lavoro, Giustizia e Salvaguardia del creato della Diocesi di Andria) che aiuterà i corsisti nell'esaminare gli stili di vita sani.

,

Commenti

  • Nessun commento trovato