IMAGE L'ASD IRIS TORNA IN PALESTRA

«Al momento si stanno allenando le ginnaste che partecipano alla serie A e le ragazze del restante settore agonistico – afferma la direttrice tecnica dell’ASD Ginnastica Ritmica Iris Marisa Stufano- Si tratta di 19 atlete circa... leggi tutto...
IMAGE Cultural- Mente: “Progetto Socrate” combatte il...

“Combattiamolo col talento”: questo l’hastag di “Cultural- Mente”, l’iniziativa promossa sui suoi profili facebook e instagram dall’associazione culturale “Progetto Socrate” presieduta da Savino Alberto... leggi tutto...
IMAGE Celebrazioni Eucaristiche presso la Chiesa di San...

Mossi dalla necessità di consentire in tutta sicurezza il raduno della nostra comunità confraternale, presso la Chiesa di San Giovanni Battista, per celebrare l’Eucarestia, abbiamo deciso di riprendere la pratica liturgica prefestiva, a... leggi tutto...
IMAGE ASCENSIONE Di NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO

Nell'arco di non pochi giorni i discepoli del Signore sono passati dalla disperazione alla speranza, dall'angoscia alla gioia. leggi tutto...
IMAGE Futsal: stop al campionato, ora occorre deciderne gli...

Il dado è tratto. Il Consiglio Federale tenutosi lo scorso 20 maggio ha sancito ufficialmente lo stop definitivo ai campionati dilettantistici, compresi quelli di calcio a 5. Ora che la decisione è stata presa, la richiesta da parte dei presidenti... leggi tutto...
IMAGE ODEION: UN ANNO DI EMOZIONI

Il 25 maggio l’Odeion compirà il suo primo anno di vita. L’auditorium, casa della Fondazione socioculturale intitolata a “Gioacchino Defeo e Teresa Trapani”, festeggerà il suo primo anniversario. A porte chiuse... leggi tutto...
 

NELL'OFFICINA DEL POETA GABRIELE GIULIANO


 

foto 1

 

Incontro con l'autore di "All'ombra del sicomoro" presso la sala San Felice

 

La poesia è il prodotto artigianale ed unico di un mestiere antico, sempreverde, irrinunciabile, frutto di ingegno e creatività; il poeta traduce in versi il proprio modo di vedere il mondo, indossando lenti speciali ed offrendo un angolo di prospettiva originale e personale, in ogni tempo ed in ogni spazio.

Non stupisce, allora, che anche nell’era della comunicazione veloce e smart, del tutto e subito, dei messaggi mozzati e a singhiozzo, dell’impoverimento lessicale, degli inglesismi, la poesia continui ad imporsi come efficace mezzo di espressione e comunicazione.

Stupisce, invece, che ad essere caduto nell’allettante rete poetica sia un giovane ventenne, Gabriele Giuliano, studente della facoltà di Lettere, che ha dato voce alla propria “weltanschauung” nell’opera “All’ombra del sicomoro”, presentata alla sala San Felice, irretendo con la sua freschezza tutti gli astanti.

Ad accoglierlo, infatti, con orecchi tesi ed attenti, un pubblico entusiasta, coinvolto ed appagato, che ha gustato non solo alcuni componimenti letti dallo stesso Gabriele, ma anche alcuni interludi musicali, inediti e non, proposti dai suoi cari amici Alex Gibson, Tommaso La Notte e Daniele Balacco, in una piacevole serata di omaggio alla poesia ed alla musica.

 

foto 2

 

Dopo il doveroso saluto iniziale del sindaco Tommaso De Palma, che non ha esitato ad offrire il proprio sostegno a ragazzi ardimentosi quali tutti i protagonisti dell’iniziativa, giovani indomiti che “non hanno paura del vento in faccia” e di affrontare le sfide disseminate lungo la via, accompagnato dal breve intervento di Alessandro Ballan, campione del mondo di ciclismo nel 2008, che si è congratulato coi giovani talenti, i “pensieri poetici espressi liberamente in versi” di Gabriele hanno inondato la sala in trepidante attesa.

A primeggiare, la bellezza delle piccole cose, la genuinità e sincerità dei sentimenti, che come una sorgente pura e zampillante sgorgano dall’animo sensibile e nobile del poeta Gabriele, la semplicità, mai scontata, delle riflessioni sulla vita, sulla libertà, sull’amore, suggerite da un cuore gioviale, sorridente ed aperto.

Sul sentiero luminoso di Gabriele Giuliano, costellato già di numerosi premi, scolastici e non, brilla la stella di Paulo Coelho, suo ispiratore e maestro, come egli stesso ci ha raccontato nel corso della performance. Per ogni dove e quando per Gabriele c’è spazio per la poesia, durante un viaggio in treno, mentre desina a casa, in compagnia di amici, la cometa della poesia guida i suoi passi senza soluzione di continuità, illuminando e riempiendo tutti gli interstizi della sua esistenza.

L’invito che il giovane poeta ci rivolge è di attendere l’amore, dono, rinascita, spontaneità, di osare perché chi è sempre in piedi non potrà dire di essersi rialzato, di riconoscere la propria leggenda personale, la ratio per la quale ciascuno è sulla terra e di seguire i propri sogni, senza lasciarsi ingurgitare dalla massa e dalla società consumistica, assumendo un quotidiano atteggiamento positivo.

Penseranno che stai tramontando ed invece stai sorgendo altrove” ecco un cambio di prospettiva inedito, regalatoci a fine incontro dal poeta mentre all’ombra del suo sicomoro, si lascia dondolare dal vento e dai suoi pensieri belli, ammirando il tramonto, nascita aliunde di un nuovo giorno.

 

 

 

Commenti

  • Nessun commento trovato